Roma, 48enne arrestato per tentato omicidio durante una lite di condominio

Tentato omicidio e lesioni personali aggravate. Per questi reati i carabinieri, a Roma, hanno arrestato un 48enne, accusato di avere accoltellato due condomini, fratello e sorella, nel corso di una lite la notte del primo agosto scorso. I militari hanno appurato che già in passato si erano verificate delle liti e la porta dell’abitazione dove vive la donna era stata danneggiata. La 21enne in compagnia del fratello, si è recata al piano superiore per chiedere spiegazioni ma, secondo quanto denunciato, l’indagato sarebbe uscito dall’appartamento e nel corso della lite con i fratelli, avrebbe impugnato un coltello da cucina e li avrebbe colpiti con vari fendenti. La donna è stata visitata presso l’ospedale “Cristo Re”, e trattenuta in osservazione per una ferita all’addome mentre il fratello è stato trasportato in ambulanza presso il pronto soccorso dell’ospedale “San Filippo Neri”, dove è stato visitato e dimesso con una prognosi di 10 giorni, per una ferita al torace. Al termine del sopralluogo effettuato dai carabinieri è stato recuperato e sequestrato il coltello all’interno dell’abitazione del 48enne utilizzato per l’aggressione. L’arresto dell’uomo è stato convalidato dall’autorità giudiziaria che ne ha disposto il trasferimento in carcere.