Trevi nel Lazio, decine di turisti romani sono stati olpiti da una grave forma di intossicazione alimentare: probabile salmonella

Decine di turisti romani che avevano deciso di trascorrere la festa in un campeggio di Trevi nel Lazio (in provincia di Frosinone) nella giornata di Ferragosto sono stati colpiti da una grave forma di intossicazione alimentare mentre si trovavano all’interno della struttura ricettiva. Ancora da capire la dinamica. Per fortuna nessuno ha riportato conseguenze tragiche, ma una cinquantina di campeggiatori ha riportato molti fastidi e sono stati ricoverati tra diversi ospedali della Ciociaria in osservazione e in alcuni di Roma. L’ipotesi è però ancora tutta da dimostrare. All’interno della struttura c’erano parecchie centinaia di turisti radunati per trascorrere la festa del Ferragosto. Dopo qualche ora, alcune decine di questi campeggiatori hanno cominciato a sentirsi poco bene. Sintomi molto simili per tutti: malessere generale, nausea, crampi e vomito. Immediatamente è stata fatta una segnalazione dell’accaduto ai responsabili del campeggio, che hanno chiamato gli uomini del 118. In molti casi è stato anche necessario ricorrere alle cure mediche. Alcuni tra i campeggiatori in condizioni più gravi sono stati anche trasferiti d’urgenza a Roma per le cure del caso.