Corruzione, udienza rinviata al 10 ottobre per Pascucci e Bonifaci

È stata rinviata al 10 ottobre prossimo l’apertura del processo al Tribunale di Civitavecchia che vede l’ex sindaco di Cerveteri e attuale consigliere comunale di Ladispoli, Alessio Pascucci, imputato per corruzione insieme al costruttore romano Domenico Bonifaci, ad una persona di fiducia di quest’ultimo, Giuseppe Costa, che si occupava della società Ostilia e all’allora funzionario dell’urbanistica del Comune di Cerveteri, Mauro Nunzi, scomparso qualche mese fa. Per competenza tabellare il caso andrà ad un altro collegio.
I FATTI – I fatti risalgono al periodo a cavallo tra il 2015 e il 2016, quando il nucleo anti corruzione della Guardia di Finanza di Roma stava indagando sull’annosa vicenda della lottizzazione di Campo di Mare. Sulla base di diversi esposti presentati dal consigliere comunale Salvatore Orsomando, la Procura di Civitavecchia aprì un fascicolo acquisendo poi anche la relazione delle Fiamme Gialle e le trascrizione di alcune intercettazioni telefoniche dell’allora sindaco, disposte dalla Procura di Roma in un procedimento parallelo aperto nella Capitale. Secondo la pubblica accusa, con il parere favorevole del responsabile dell’Urbanistica ingegner Nunzi che curò la parte tecnica delle delibere in questione, relative alla perimetrazione del nucleo spontaneo originario di Ostilia, al fine di cercare di sanare le situazione di abuso, Pascucci portò gli atti in consiglio comunale, ottenendo al tempo stesso una sponsorizzazione di 25mila euro per una manifestazione culturale del Comune. E le intercettazioni prodotte dalla Guardia di Finanza riguarderebbero almeno una telefonata del sindaco che sollecitava il versamento della sponsorizzazione agli organizzatori del festival. Nel 2019 è stata poi la Guardia di Finanza di Ladispoli ad inviare la relazione conclusiva alla Procura di Civitavecchia, mentre resta in piedi anche il procedimento avviato come si diceva a Roma nel 2015 per presunti reati connessi. Tutte accuse che dovranno essere provate in dibattimento, e che l’avvocato difensore di Pascucci, Giorgio Martellino, dovrà cercare di chiarire e smontare.
PRESUNZIONE DI INNOCENZA – Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono effettuate indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva.