Ladispoli: raid punitivo al parco giochi durante una festa per bambini: due feriti gravi. Quattro persone arresatate

Un raid messo in atto da un padre e tre figli, che hanno fatto irruzione nei pressi di un parco giochi a una festa di bambini, prendendo a sprangate tre adulti. Per le botte una delle vittime è finita in coma. Sono quattro le persone arrestate dalla polizia a Ladispoli, vicino a Roma, con l’accusa di tentato omicidio. L’episodio è avvenuto nella serata del 10 settembre, quando tre fratelli di 31, 33 e 28 anni, con l’aiuto del padre 52enne, hanno dato vita ad una vera e propria spedizione punitiva, nei confronti di un 43enne e un 32enne che, nelle vicinanze di un parco giochi, stavano festeggiando il compleanno della figlia di un loro conoscente. I quattro si sono scagliati contro i due uomini, colpendoli alla testa e al volto con dei bastoni di legno, bottiglie di vetro ed un martello. A seguito dell’aggressione, uno dei feriti è stato portato con urgenza al policlinico Gemelli in pericolo di vita, con un grave trauma cranico, a causa è finito in coma per diversi giorni mentre la seconda vittima, con diverse fratture, è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico. Una terza persona di 37 anni è rimasta ferita nel tentativo di dividere i due gruppi. A seguito delle indagini degli agenti del commissariato di Ladispoli e della polizia scientifica sono poi emerse le identità degli aggressori. Questo ultimi, poco prima, avevano aggredito un ragazzo e una ragazza che li avevano redarguiti per non essersi fermati per farli attraversare sulle strisce pedonali. Per questo motivo gli aggressori avevano tentato di investire il ragazzo in retromarcia.