Mareggiata sul litorale romano: interdetto un chilometro di costa a Fregene

Dopo la violenta mareggiata dei giorni scorsi, che ha provocato seri danni a strutture balneari, con macerie e detriti sulla spiaggia, il sindaco di Fiumicino Esterino Montino ha interdetto, con un’Ordinanza, al libero accesso, transito, stazionamento e a tutte le attività, nonché lo specchio acqueo antistante, circa un chilometro di costa sud di Fregene. Il primo cittadino, dopo il sopralluogo effettuato, ha infatti preso atto dello stato di pericolosità presente sul tratto di litorale colpito dalla mareggiata,compreso tra l’ex stabilimento La Perla e lo stabilimento Rio, provocato dalla presenza sull’arenile delle macerie delle strutture crollate a causa dell’erosione e del maltempo (parti di cemento, piastrelle,ferro ed altro materiale) anche di grosse dimensioni, disseminati sulla battigia e nelle acque prospicenti lo stesso, limitandone, a oggi, la fruizione in sicurezza; per garantire da subito la pubblica e privata incolumità, si procedera’ alla messa in sicurezza dell’intero tratto di litorale. Il Comune ha già inoltrato alla Regione la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità e, in procedura d’urgenza, ha già dato il via libera alla cantierizzazione dei lavori per la realizzazione della barriera a difesa di circa 800 metri della costa di Fregene.