Roma, tirocinante violentata all’Umberto I: l’infermiere è ai domiciliari

Il Policlinico Umberto I di Roma
Glii agenti del Commissariato Università hanno arrestato un infermiere di 55 anni accusato di avere violentato, all’interno del policlinico Umberto I di Roma, una tirocinante di 20 anni. Il fatto risale al 26 ottobre scorso. Nei confronti dell’uomo, finito ai domiciliari, la Procura contesta la violenza sessuale aggravata e lesioni personali aggravate.
La violenza
Il fatto sarebbe avvenuto in una stanza inutilizzata del nosocomio, dove, durante il turno serale, l’uomo avrebbe fatto entrare la giovane facendole credere che fosse la stanza di degenza di un paziente. Una volta dentro, avrebbe costretto la 20enne a subire atti sessuali. In seguito la ragazza si è allontanata dall’uomo con un espediente e ha raccontato ad un collega l’accaduto.