Musica, addio a Tom Verlaine: era il leader dei Television gruppo post punk newyorchese

Il chitarrista Tom Verlaine, diventato famoso nella scena post punk newyorkese della fine anni ’70 come frontman della rock band Television, è morto all’età di 73 anni. A dare la notizia del decesso, su Instagram, è stata Jesse Paris Smith, figlia di Patti Smith, con cui Verlaine ha collaborato a lungo. Il periodo di massimo splendore dei Television, che si separarono nel 1978, è stato segnato dagli album ‘Marquee Moon’ e ‘Adventure’. Verlaine era considerato uno dei professionisti musicali più abili emersi dal leggendario club CBGBs nel Bowery di New York, dove si fecero le ossa anche i Ramones e i Talking Heads. Sebbene siano diventati famosi grazie al movimento punk, la loro musica era più complessa di quella dei loro rivali, con Verlaine e il collega chitarrista Richard Lloyd che si scambiavano lunghi assoli e intricati riff influenzati dal jazz. Verlaine, all’anagrafe, Thomas Miller, era nato nel New Jersey, ed aveva adottato il suo nome d’arte in omaggio al poeta simbolista francese Paul Verlaine. Dopo lo scioglimento dei Television, Verlaine ha pubblicato una serie di album da solista. La sua canzone ‘Kingdom Come’ ha ispirato una rara cover di David Bowie contenuta nell’album ‘Scary Monsters’. I Television erano tornati insieme nel 1992, per pubblicare un terzo album omonimo. Da allora avevano fatto sporadiche apparizioni come leggende del rock alternativo.