lunedì, Marzo 4, 2024

ARDEA, IL TAR BOCCIA IL DIRIGENTE COMUNALE CUCUZZA: HA COPIATO ALL’ESAME DEL CONCORSO

Cucuzza, secondo il Tar, ha copiato dall’opera “I rapporti Stato-Regioni nel nuovo titolo V alla luce dell’interpretazione della Corte Costituzionale” e dall’opera “Sui livelli essenziali delle prestazioni: la fragilità di una clausola destinata a contemperare autonomia ed eguaglianza”. La graduatoria che vedeva Cucuzza al primo posto del concorso pubblico, bandito il 2 novembre 2009, non aveva convinto il secondo classificato, Francesco Giovinazzo, che – dopo aver letto l’elaborato di Cucuzza – si era rivolto al suddetto tribunale. Nella richiesta Giovinazzo sosteneva che Cucuzza, nell’elaborato della prova scritta del 7 aprile 2010, avesse appunto copiato dalle due opere giuridiche, visto che venivano riportati interi passi identici a quanto pubblicato sui libri. Ed ora il Tar si è pronunciato dando ragione al secondo classificato, scrivendo nella sentenza che “dall’esame della documentazione versata in giudizio è stato possibile constatare come il candidato abbia riportato nel primo elaborato ampi, consistenti ed incisivi passi del tutto identici a quelli contenuti in due pubblicazioni edite nel 2006 e nel 2007 sulle materie e gli argomenti trattati nel suo scritto, peraltro, privi di adeguata virgolettata. Non si tratta nel caso di una semplice coincidenza di citazioni di principi e/o massime giurisprudenziali, bensì del configurarsi delle condizioni di plagio”. In luce di questo è arrivata una nota stampa firmata dallo stesso comune, dove si apprendono due cose: la prima è che “è stata inoltrata al Comune la sentenza del Tar Lazio (numero II Ter del 13 gennaio 2015) relativa al dirigente Giovanni Cucuzza.” La seconda cosa, l’aspetto più importante della vicenda, è che nella mattinata “Cucuzza ha protocollato una lettera – indirizzata al sindaco e al dirigente del personale – con la quale diffida formalmente l’amministrazione dall’intraprendere “qualsiasi azione o iniziativa pregiudizievole” nei suoi confronti fino alla pronuncia del Consiglio di Stato.” Il Comune sta ora valutando le iniziative da intraprendere anche alla luce della complessità della vicenda e della fattispecie che si è venuta a creare.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli