lunedì, Marzo 4, 2024

LATINA, INIZIATIVE PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA E DEL RICORDO

Oltre ad appositi manifesti commemorativi, il Comune ha messo a disposizione i fondi per consentire a gruppi di studenti di Latina la partecipazione alle manifestazioni celebrative presso gli stessi luoghi delle tragedie. Alla presenza di delegazioni dell’ente comunale, gli studenti si recheranno ad Auschwitz e, successivamente, alla Foiba di Basovizza, dichiarata monumento nazionale nel 1992 e simbolo delle atrocità commesse sul finire della seconda guerra mondiale e negli anni successivi dalle milizie di Tito contro gli italiani. Sarà presente anche il sindaco Giovanni Di Giorgi, che la mattina del 27 gennaio presenzierà anche alle cerimonie presso la prefettura di Latina. Sempre nella giornata del 10 febbraio, inoltre, il Comune di Latina, insieme all’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, promuove un programma che prevede una funzione religiosa, la deposizione di una corona al monumento ai martiri della foibe.Per il viaggio ad Auschwitz, grazie anche ai fondi messi a disposizione dal Comune, un gruppo di 50 ragazzi, accompagnati da alcuni insegnanti, parteciperà alle celebrazioni nella città polacca. Il gruppo di studenti è già partito per la Polonia, dove sarà presente anche l’assessore alla cultura e all’istruzione, Marilena Sovrani. Il 26 mattina gli studenti visiteranno l’ex campo e museo di Auschwitz, mentre il 27 febbraio prenderanno parte alla cerimonia ufficiale nel campo di Birkenau per il 70° anniversario della liberazione del campo. Sarà l’assessore Marilena Sovrani a rappresentare il Comune di Latina che è legato da un patto di amicizia con la città di Oswiecim, sede dell’ex campo di Auschwitz. Il Comune di Latina, nel 2013, ha anche donato appositi fondi per il mantenimento e la sicurezza del museo di Auschwitz, come ricorda anche una targa posta all’interno della struttura.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli