venerdì, Febbraio 23, 2024

ANZIO, LA NOTA DEL CONSIGLIERE MARANESI SUL TEMA DELLE MENSE SCOLASTICHE

“Sevizio Mense. Riconosco all’Assessore Nolfi di aver assunto un comportamento di grande spessore politico in Consiglio Comunale pronunciandosi a favore della revoca dell’appalto e del non rispetto del capitolato da parte della Ditta. Se la politica rivendica il ruolo di dare un indirizzo ad un capitolato, nell’interesse dei cittadini, mantenendo le mani pulite fa in pieno il suo dovere. In galera, invece, chi maneggia i capitolati per altri fini. Nel Consiglio Comunale, come ho affermato durante il mio intervento, sono rimasto favorevolmente impressionato dall’atteggiamento assunto dall’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Anzio, Laura Nolfi, che si è assunta la responsabilità politica di leggere il deliberato dell’ANAC che bolla come illegittima la procedura di gara adottata dalla Santaniello per l’appalto delle mense scolastiche ma soprattutto, liberatasi da qualche pressione esterna che posso comprendere, si è assunta la responsabilità di prendere una forte posizione politica a favore della revoca dell’appalto affermando, tra l’altro, che il capitolato non viene rispettato e che è giusto voltare pagina nel primario interesse dei bambini. L’Assessore, nonostante la sua giovane età, ha dimostrato pubblicamente di non avere nulla a che fare con quanto si cela dietro quell’appalto che sicuramente sarà oggetto di indagine da parte delle Autorità Competenti. Rispetto al Sindaco ho una diversa opinione sul rapporto dirigenti – amministrazione: io credo che è dovere della buona politica mettere le mani nei capitolati per dare un indirizzo che vada nell’esclusivo interesse dei cittadini. Ma quando si fa questo, la buona politica deve sempre mantenere le mani pulite ed assumersi, al contrario di quanto è stato fatto nella vicenda delle mense gestita dalla Santaniello, la responsabilità di deliberare in Giunta i capitolati di gara in modo da stabilire parametri realistici che vadano nell’interesse dei fruitori di un servizio e no delle Ditte o peggio ancora dell’indotto illecito delle gare d’appalto. Chi, invece, con queste cose si sporca le mani deve andare in galera! La politica che pubblicamente lascia fare tutto ai Dirigenti rinuncia al suo potere di indirizzo e ne paga le conseguenze come è stato per la vicenda delle mense. Al Consigliere Del Villano, ultimo superstite di una barca che affonda impegnato a difendere l’indifendibile, ridico che troppo tardi sono stati smantellati quegli Uffici dove si negavano gli atti ai Consiglieri Comunali per non violare i segreti commerciali, si negavano gli atti al Responsabile dell’Anticorruzione, sono spariti dati fondamentali per dare seguito al servizio, si impediva alla nutrizionista incaricata dal Comune di verificare il servizio… questi si chiamano REATI,  caro Consigliere. Credo che con il Consiglio Comunale di ieri, se le cose andranno come detto dall’Assessore, dal Segretario Generale e dal dott. Droghini, è terminata una mia battaglia durata un anno che mi ha logorato come persona, che spesso mi ha anche creato diversi problemi ma che alla fine, pubblicamente, ha visto trionfare la verità ed ha fatto emergere le gravi responsabilità amministrative di una dirigente e del suo staff che aveva individuato nell’Assessore Nolfi, che di quel capitolato  e di quella procedura non si è mai occupata, l’agnello sacrificale contro il quale la città poteva inveire a causa delle gravi inadempienze di un delicato servizio rivolto ai bambini.

 Come ho detto in Consiglio Comunale ringrazio il Segretario Generale, avv. Pompeo Savarino, responsabile dell’anticorruzione, per l’impegno profuso rivolto a ripristinare la legalità all’interno del nostro Comune. Inoltre ringrazio il Presidente della Commissione Pubblica Istruzione, Velia Fontana ed il Consigliere Comunale, Davide Gatti, che hanno dimostrato come consiglieri comunali di maggioranza ed opposizione possono collaborare positivamente quando si opera nell’interesse della cittadinanza; loro mi sono stati sempre vicini nelle mie forti prese di posizione, dandomi sempre supporto con informazioni precise rispetto alle loro ispezioni che, nei prossimi giorni, abbiamo comunque il dovere di intensificare per evitare ulteriori devianze nel servizio. Auguro buon lavoro all’Assessore Nolfi ed al dott. Droghini che in pochi giorni ha fatto quello che altri non hanno fatto per mesi e che, con la sua presenza costante in Consiglio Comunale, ha dimostrato che ha fa fatto benissimo il Vicesindaco Zucchini ad affidarsi alle motivazioni dei Funzionari per forgiare la nuova classe dirigente del Comune di Anzio.”

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli