domenica, Maggio 19, 2024

CALCIO, REGIONE, GIRONE A DI PROMOZIONE, PAROLA A CARLO MUSA

“Vedo un girone A molto equilibrato, ci sono tante squadre organizzate e penso che la lotta per la salvezza sarà molto dura. – afferma il ds – È un girone particolare perché tocca culture calcistiche diverse a mio avviso, si passa dal litorale a nord di Roma alle viterbesi e per chiudere con le romane, ogni domenica potranno esserci sorprese, ci sono piazze importanti con seguito. Sarà stimolante”.
Si prospetta, quindi, un campionato interessante per l’Aranova, che punta a un traguardo di per sé importante per una neopromossa: “Per noi l’obiettivo è quello della permanenza nella categoria appena conquistata, quindi lotteremo ogni domenica per riuscire a salvarci e speriamo di farlo senza patemi, sarà dura perché non vedo squadre nettamente inferiori”.
A proposito delle avversarie che incontrerà il club rossoblu quest’anno, il direttore si lancia in una breve analisi.”Ci sono stati dei movimenti di mercato importanti che possono spostare gli equilibri ma poi dovremo vedere cosa dirà il campo. Non posso sbilanciarmi perché non conosco il reale valore di ogni squadra – dichiara con onestà lo stesso Musa – perché il mercato poi va giudicato con le prestazioni, sento che ci sono varie favorite da altri addetti ai lavori, io penso che ci siano delle squadre che abbiano dei giocatori importanti in rosa come il Montespaccato o la Compagnia Portuale o la Guardia di Finanza, ma penso che anche Atletico Ladispoli e Santa Severa possano dire la loro così come il San Lorenzo Nuovo”.
Infine, un pensiero sul turno preliminare della Coppa Italia Promozione, dove l’Aranova affronterà il Real Monterotondo Scalo il 6 e il 13 Settembre, due domeniche prima del debutto in campionato: “La coppa è una competizione importante per noi. È una competizione ufficiale che merita il massimo impegno e rispetto da parte nostra. Partiamo dal turno preliminare e lo affronteremo al massimo delle nostre forze perché passare il turno sarebbe un’importante iniezione di fiducia in vista del campionato e ci permetterebbe di poter ruotare in modo migliore la rosa durante la stagione. Il fatto di iniziare prima con le “vere” gare rispetto alle amichevoli ci può far capire il valore del campionato che andremo ad affrontare, i ritmi dello stesso e quindi anche a livello fisico potremmo mettere già minuti nelle gambe ma, soprattutto, ci può aiutare a livello mentale e competitivo poiché si giocherà già per obiettivi importanti che ci permetteranno di essere già sul pezzo per il 20 Settembre, quando riceveremo il Futbolclub ed inizieremo quindi per la prima volta il campionato di Promozione”

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli