domenica, Maggio 19, 2024

CORI, IN UN TRIPUDIO DI ODORI E COLORI E’ INIZIATA LA RACCOLTA DELLO ZAFFERANO

La produzione dello zafferano avviene interamente a mano e nel giro di pochissimi giorni. I bulbi impiantati a primavera fioriscono, in base alle escursioni termiche, tra metà Ottobre e metà Novembre. In questo breve lasso di tempo vi è un lavoro incessante. I fiori vengono raccolti uno per uno e con gran cura al mattino presto, prima che si aprano, per evitare che l’esposizione al sole degli stimmi ne comprometta le proprietà. Ben settemila sono stati raccolti solo mercoledì 21 Ottobre. Dopo la raccolta lo zafferano viene sottoposto a un lungo e delicato processo, prima di essere trasformato in spezia. Tutto deve avvenire lo stesso giorno della raccolta perché la qualità diminuisce con il passare del tempo. Gli stimmi vengono separati dal fiore ed essiccati a 45°, diventando di colore rosso, e poi confezionati interi in vasetti di vetro sigillati. Un tripudio di colori e di profumi ai quali si aggiunge anche la sorpresa di trovare le api all’interno dei fiori, dato che questa è l’unica fioritura di questo periodo dell’anno. Da qui l’altra originale produzione degli agricoltori di Cori, il miele allo zafferano. Una produzione naturale buona, pulita e giusta, in puro stile Slow Food: gustoso e piacevole, ma anche rispettoso dell’ambiente, della natura e dei lavoratori. Maggiori informazioni su www.zafferanodicori.it

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli