martedì, Febbraio 27, 2024

ARDEA, INCENDIO AL CENTRO SPORTIVO DI LUGLIO: IL RESPONSABILE ARRESTATO CON ALTRI COMPLICI DI UNA BANDA (video)

Nello specifico, per l’ultima accusa, il rogo appiccato in un centro sportivo di Ardea circa quattro mesi fa. L’attività d’indagine, avviata nel dicembre del 2014 e coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, è proseguita per otto mesi e grazie alle intercettazioni telefoniche e ambientali e ai continui servizi di osservazione è stato possibile arrestare i sei criminali facenti parte della banda. Si è messo fine in questo modo alle azioni di una vera e propria batteria criminale dedita al compimento di delitti predatori, anche fuori dalla capitale, e delinearne l’organigramma. Sono così emersi i ruoli di ciascuno, il modus operandi, il progetto delittuoso ed i relativi reati satellite, funzionali alla sua conservazione. Il “gruppo” criminale è cresciuto nel quartiere romano dell’Alberone e dipendeva, in tutto e per tutto, da Tombini alias “Er Lupo” pluripregiudicato per rapina a mano armata e ritenuto nell’ambiente della malavita romana uno degli “specialisti” negli attacchi ad Uffici postali, Istituti di credito e furgoni portavalori. Durante gli arresti domiciliari gli altri componenti della banda eseguivano i sopralluoghi presso banche o uffici postali, e successivamente informavano il “Lupo”, che nella fase finale partecipava in prima persona ai sopralluoghi e alle attività. Nella banda c’era poi chi aveva il compito di occuparsi del modo di valicare le entrate degli uffici, di trovare i mezzi rubati da utilizzare durante il colpo e sostituirli in seguito con i mezzi puliti per la fuga. Sintomatico della pericolosità dell’associazione criminale e della sua estrema mobilità sul territorio il tentativo di rapina aggravata ai danni del Monte dei Paschi di Siena di Firenze lo scorso giugno e l’incendio appiccato, dietro corrispettivo in denaro, al tendone del campo da tennis ai danni di un centro Sportivo di Ardea lo scorso luglio su mandato di un altro personaggio appartenente alla banda, anch’egli arrestato. I sei criminali, dopo le formalità di rito sono stati associati presso la casa circondariale di Regina Coeli.

{youtube}IaIlA93DyGs|730|450|1{/youtube}

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli