LATINA, DAL 20 APRILE DIVERSE INIZIATIVE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA

Il primo appuntamento si terrà presso la sala Enzo De Pasquale del Palazzo comunale con apertura dei lavori alle 17.00. Dopo i saluti del Sindaco Damiano Coletta ci sarà la presentazione da parte della dirigente scolastica della Giuseppe Giuliano, Cherubina Ramacci, dell’accordo di rete per l’individuazione e la diffusione delle buone pratiche dell’educazione ambientale. Il progetto è stato avviato circa due anni fa e ha visto l’adesione di sette istituti comprensivi del territorio comunale, il Liceo scientifico Majorana, l’I.C. “donna Lelia Caetani” di Sermoneta e Norma, il Giulio Cesare di Sabaudia. Lo stesso accordo è stato sottoscritto poi anche da diversi enti e associazioni tra cui Lega Ambiente, Italia Nostra, l’Ente Parco Nazionale del Circeo. Durante l’evento interverrà anche Massimo Fiorio, Vicepresidente della Commissione Agricoltura alla Camera dei Deputati e si parlerà della legge 166/2016 contro gli sprechi alimentari di cui Fiorio è secondo firmatario. Alla successiva tavola rotonda, dopo un breve dibattito col pubblico in sala, interverranno gli Assessori all’Ambiente e alle Politiche Sociali Roberto Lessio e Patrizia Ciccarelli e il presidente del Banco alimentare del Lazio Salvatore Saraniti. L’incontro si chiuderà con un buffet sostenibile, preparato e offerto dalle scuole
«E’ stato proposto un incontro con uno dei fautori della legge contro lo spreco alimentare e farmaceutico – ha spiegato la Consigliera Comunale Laura Perazzotti – anche perché con la collaborazione della Latina Ambiente e della società Vivenda è partito in quattro scuole di Latina un progetto pilota teso al recupero degli scarti alimentari delle mense scolastiche. E’ un percorso avviato in via sperimentale, l’augurio è che possa presto diffondersi come buona pratica a tutti gli istituti comprensivi del nostro comune».
Le iniziative per la Giornata della Terra proseguiranno la mattina del 21 aprile ai Giardinetti pubblici e presso le sedi degli istituti scolastici. Protagonisti saranno gli studenti di 14 scuole tra quelle che aderiscono alla rete BPEA e al progetto “Eco Schools”: i ragazzi esporranno i lavori costruiti durante l’anno con materiali riciclati e si cimenteranno in giochi e attività sui temi del riuso, del risparmio idrico e del rispetto per l’ambiente.