CIVITAVECCHIA BOCCIA IL CARA E VOTA SI ALLO SPRAR

All’esito del Consiglio la decisione, tutt’altro che inattesa, di bocciare l’ipotesi di un hub regionale nella ex Caserma De Carolis e di sposare invece l’ipotesi di adesione al progetto Sprar, il sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati attraverso piani di accoglienza, di assistenza e di integrazione dei richiedenti asilo a livello locale. L’ordine del giorno, incentrato appunto sul tema dell’accoglienza diffusa dei migranti e presentato dai consiglieri del M5S Fabrizia Trapanesi e Claudio Barbani, è passato con i voti favorevoli della maggioranza, oltre a quelli del Pd; contrari il gruppo della Svolta ed il presidente del consiglio Alessandra Riccetti; astenuto Sandro De Paolis. E’ stata invece bocciata in maniera unanime la delibera con l’atto di indirizzo al Sindaco in funzione della conferenza di servizi – Opere di ristrutturazione e adeguamento edilizio nella ex “Caserma De Carolis” per la realizzazione di un centro di accoglienza per 298 posti a destinazione Cara.