domenica, Maggio 19, 2024

La città del futuro dei piccoli studenti di Ardea vince il concorso nazionale “Immagini per la Terra”

Ardea -Pale eoliche, pannelli fotovoltaici, e colonnine per la ricarica elettrica. Questi solo alcuni degli elementi presenti nell’enorme plastico realizzato , interamente con materiali di riciclo, dai giovani studenti dell’Istituto Comprensivo Ardea 1 che hanno conquistato così il primo premio del concorso nazionale “Immagini per la Terra”. L’iniziativa è promossa dall’organizzazione ambientalista Green Cross Italia, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il supporto di Acqua Lete.
Il modellino degli alunni di Ardea, chiamato “La città che vorrei”, si distingue per la creatività e l’efficacia con cui i bimbi, con l’ausilio delle insegnanti, sono riusciti a ideare piani di urbanizzazione e mobilità in chiave sostenibile.
I ragazzi delle sezioni F, G e H, sotto il coordinamento delle loro insegnanti Maria Rosaria Morrone, Vincenza Dononono e Maria Covino, si sono aggiudicati il primo posto in questa competizione che, nel corso degli anni, ha coinvolto oltre 2 milioni di studenti e circa 50.000 scuole di tutte le regioni. Inoltre il concorso ha contribuito, attraverso l’assegnazione dei premi, al sostegno di ben 360 progetti di carattere ambientale.
Il premio per i vincitori, ben 1000 euro, sarò impiegato a sostegno di iniziative ambientali all’interno della scuola o nel territorio di Ardea. Inoltre, una delegazione di alunni avrà la possibilità di essere ricevuta e premiata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Palazzo del Quirinale.
A giudicare l’operato dei ragazzi una giuria di eccellenza composta da Valerio Rossi Albertini e Roberto Bellucci (Cnr), Luca Collodi (Radio Vaticana), Stefania Marignetti (AdnKronos), Luca Mattiucci (Corriere.it), Tiziana Rocca (Tiziana Rocca Production), Federica Rolle (Ministero dell’Ambiente/Sogesid) e Maria Raffaella Sorrentino (Ministero dell’Istruzione).
“Mi complimento – ha detto il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti – con tutti i giovani protagonisti di “Immagini per la Terra” per l’originalità delle idee, l’impegno e la consapevolezza trasmesse in questo concorso. Di fronte a un mondo minacciato dai cambiamenti climatici e dalle scelte sbagliate del passato, da non replicare nel presente, le nuove generazioni sono attese da sfide molto più elevate delle nostre: perché l’ambiente sarà sempre più nel tempo un elemento imprescindibile di crescita socio-economica. Per questo diffondere la cultura ambientale, partendo proprio dai banchi di scuola, non è solo una buona pratica, ma è un obbligo globale morale”.
“Ai bimbi della ’Baita’ e alle insegnanti vanno i complimenti di tutta la città – ha spiegato il sindaco di Ardea Mario Savarese – E’ bello vedere come i loro sogni puntino alla cura dell’ambiente e alla sostenibilità. E’ il segno di come l’attività di educazione rivolta ai piccoli abbia raggiunto notevoli successi: è uno stimolo per le pubbliche amministrazioni a fare altrettanto. Abbiamo bambini, ragazzi, adulti, molto più consapevoli delle problematiche ambientali e questo, oltre che farci piacere, deve essere un’opportunità per migliorare i servizi pubblici offerti”.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli