martedì, Aprile 23, 2024

Civitavecchia, l’acqua continua a mancare

Nuova carenza di acqua nella giornata di ieri nella zona centrale di Civitavecchia. Se nei mesi passati il problema era la siccità questa volta il problema è stata la troppa acqua. A spiegarlo sul suo profilo Facebook l’assessore ai lavori pubblici Ceccarelli. “Dopo le pioggie abbondanti, si sono susseguite diverse piene che, complici probabilmente anche i campi arati per la semina, hanno determinato un’alta torbidità ed il trasporto eccezionale di solidi sospesi”.
Ceccarelli spiega che a causa dell’acqua torbida è stato necessario effettuare manovre di emergenza.
“Le vasche di Montanucci sono praticamente vuote. Abbiamo aperto Acea al massimo (150 l/s a Montanucci e 60 a Via Galilei); chiuso quasi del tutto le uscite per far alzare il livello per avere acqua domani mattina. Oriolo al minimo (ipotizziamo qualche perdita nuova che si è prodotta per le piogge). Per rifornire Ugo D’Ascia che alimenta l’Ospedale, messe in moto le apposite pompe d’emergenza”.
In pratica dalla siccità si è passati ad un innalzamento improvviso che di fatto ha alzato materiale organico presente nelle condotte e nei luoghi di accumulo portando l’acqua a diventare torbida.
La situazione dovrebbe migliorare nella giornata di oggi.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli