Latina, sequestrati prodotti irregolari ed un impianto di videosorveglianza senza autorizzazioni

Latina – Nel corso di consuete attività di controllo, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Latina hanno individuato, all’interno di un esercizio commerciale, una serie di articoli esposti alla vendita non conformi al “Codice del Consumo”. Dopo un accurato controllo, i finanzieri hanno proceduto al sequestro amministrativo di 1.137 articoli di vario genere, totalmente privi dei requisiti standard previsti dalle norme poste a tutela dei consumatori. Si parte da prodotti tecnologici come spazzole termiche per capelli, fari led, torce, accessori per la telefonia, strumenti per il giardinaggio e per la casa, fino ad arrivare a giocattoli per bambini, quali palline di gomma antistress e tatuaggi temporanei per la pelle, potenzialmente pericolosi alla salute e peraltro privi di qualsiasi indicazione d’uso in lingua italiana.
Nel corso della stessa indagine, i militari hanno notato inoltre la presenza di un avanzato impianto di videosorveglianza, composto da 44 videocamere e 2 monitor che proiettavano in tempo reale le immagini all’interno del negozio, il tutto senza le autorizzazioni imposte dalla legge a tutela della privacy. I militari hanno dunque proceduto, anche in questo caso, al sequestro dell’ impianto e al deferimento dell’imprenditrice di origine cinese per le violazioni Previste dallo Statuto dei Lavoratori e dal Testo Unico della Privacy.