domenica, Maggio 19, 2024

Latina, secondo Abc sono state superate le criticità della raccolta rifiuti

Il Direttore generale di ABC, Michele Bernardini, ha parlato ieri in Commissione Ambiente a Latina, della fase di assestamento che sta vivendo l’azienda che rappresenta, subentrata dal 1° gennaio alla Latina Ambiente nella gestione del servizio di igiene urbana in città. Secondo il direttore gli obiettivi sono chiari: limitare gli accessi di rifiuti provenienti dall’esterno isolando il centro e dare piccoli segnali del cambio di passo attuato anticipando l’attivazione del porta a porta in alcune parti della città o nelle frazioni dove ancora non è stato introdotto e anticipare l’assunzione di una parte degli interinali della ex Latina Ambiente. ”La situazione è in netto e progressivo miglioramento – ha detto il Direttore Bernardini rispetto alle criticità fisiologiche scontate nei primi giorni successivi al passaggio – Abbiamo scommesso sulla scelta di riportare il lavoro di “riassetto” dei rifiuti, prima affidato a personale non organico, in sede. Questo, sommato al mancato rispetto di orari e giorni di conferimento da parte di alcuni utenti, ha comportato le difficoltà di pulizia intorno ai cassonetti. Ma tra i dipendenti, cui abbiamo chiesto un piccolo sforzo in più in questa fase, ho trovato voglia di fare e spirito di collaborazione: hanno capito che questo progetto è un’opportunità e sono ben contenti di partecipare e contribuire a un percorso di rinascita”. Dai primi dati raccolti Bernardini ha potuto constatare da una parte la copertura quasi integrale del sistema di porta a porta nelle zone dei Borghi, dall’altra l’inadeguatezza del parco mezzi. «Si contano in tutto il Comune circa 1.000/1.100 cassonetti quando dovrebbero essere almeno 1.400» ha sottolineato il direttore generale di ABC. Bernardini ha anche confermato l’impegno rispetto agli interinali della Latina Ambiente: verranno integrati nell’ultimo quadrimestre dell’anno con la partenza della raccolta porta a porta. Per allora si potrà procedere anche con il rinnovo dei mezzi. Ci vorranno invece i mesi di marzo e aprile per avere pronto il piano industriale dell’Azienda.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli