Il condono per Ischia divide anche Forza Italia: sei azzurri si autosospendono

Il no al condono per Ischia nel decreto legge Genova all’esame di palazzo Madama spacca in due non solo il Movimento 5 Stelle ma anche Forza Italia. Sei parlamentari campani azzurri, infatti, si sono autosospesi dai propri gruppi in segno di protesta per l’approvazione dell’emendamento presentato proprio da una senatrice di FI. Si tratta dei senatori Domenico De Siano (coordinatore regionale forzista in Campania), Vincenzo Carbone e Luigi Cesaro e dei deputati Paolo Russo, Antonio Pentangelo e Carlo Sarro.
Russo spiega le ragioni della presa di posizione: ”Ci siamo autosospesi perché al Senato inopinatamente è stato presentato e votato un emendamento sul condono a Ischia, che va contro la storia di tutte le battaglie condotte da Forza Italia nazionale e dal presidente Berlusconi. L’approvazione di questo emendamento soppressivo avrebbe reso inefficace il condono e quindi chiediamo chiarezza da parte di Forza Italia. Ora – sottolinea Russo – c’è la discussione in Aula, a palazzo Madama, del dl Genova proprio sul condono. Siamo certi che Forza Italia rimedierà al gravissimo errore commesso”. Russo evidenzia le divisioni emerse all’interno dei grillini. ”Sono venute fuori tutte le contraddizioni e le incongruenze del Movimento 5 Stelle: alcuni hanno votato a favore, altri contro. Non solo: finalmente la Lega, da una parte, e i 5 Stelle dall’altra, hanno sdoganato i condoni. Questo dimostra che quando è necessario, d’ora in poi sarà possibile…”.