lunedì, Aprile 15, 2024

“Ennesimo scivolone del vicesindaco Zito e dell’assessore all’ambiente Gubetti”

Con perseveranza continuano a mostrare ai cerveterani e, questa volta, anche ai “cugini” ladispolani il peggior modo di amministrare una città e la più totale incapacità politica nell’analizzare le situazioni cercando addirittura l’incidente diplomatico con l’assessore ai Lavori pubblici di Ladispoli Veronica De Santis senza cercare intenti comuni intenti la soluzione del problema rotatoria al km 41+500 dell’Aurelia, ricadente per 3/4 nel Comune ladispolano e per 1/4 nel Comune di Cerveteri. Gubetti e Zito” si dicono stupiti e appaiano assai piccati dalle affermazioni della De Santis affermando che è il Comune di Ladispoli a non rispettare una convenzione di manutenzione del 2014 con l’Anas riportando addirittura con novizia di particolari, cosa assai rara, gli estremi della convenzione del 12/12/2014 n. CRM-0030465-I, citando la nota di Cerveteri del parere favorevole n. 24754 del 03.07.2014, citata nella convenzione stessa, e indicando la nota del 5 novembre 2018 prot 50874 (provocata dopo varie diatribe e segnalazioni di alcuni cittadini sui social tra fine ottobre e primi di novembre) inviata via PEC riferita alla formale richiesta ad Anas, con copia al Comune di Ladispoli, per la stipula di una nuova convenzione limitatamente alla manutenzione della rotatoria in oggetto (quella che per un 1⁄4 è competenza di Cerveteri). Bene, anzi male, perché a questo punto Zito e Gubetti si sarebbero potuto evitare lo scivolone se avessero saputo stare zitti ed evitare ulteriori brutte figure A questo punto la domande sono tante: 1) dal 12/12/2014 al 05/11/2018, quindi per un periodo di quasi quattro anni, la signora Gubetti e il signor Zito cosa hanno fatto? 2) Quante diffide ad adempiere con formale messa in mora e/o comunicazioni di richiesta adempimento hanno inviato al Comune di Ladispoli? 3) Gubetti – Zito in questi 4 anni hanno mai appurato e verificato che la Convenzione citata del 12/12/2014 ha seguito un giusto iter e poteva essere effettivamente applicata e se la stessa è stata “regolarmente” ratificata dall’organo di giunta o no? 4) La nota n. 24754 del 03.07.2014, citata nella convenzione, con la quale si è espresso parere favorevole all’affidamento in concessione al Comune di Ladispoli da chi è stata autorizzata e ratificata? 5) Non è che per caso anche questa doveva passare per la decisione di giunta comunale trattandosi di atto da inserire nel documento di Convenzione? Certo è che se le Convenzioni sono come quella “fatta” per il ‘Sentiero di Lawrence’ (ad oggi inesistente) è tutto dire. Se poi la rotatoria, quella fronte ingresso di Ladispoli è sempre stata tenuta in ordine e pulita, mentre l’altra (Cerveteri) è stata lasciata in abbandono, perché Zito e Gubetti non hanno agito prima, richiedendo la gestione, manutenzione della rotatoria e prendendola a totale carico di Cerveteri? Perché si sono ridotti al 05 novembre 2018? Forse più che attaccare altri amministratori avrebbero dovuto fare un “mea culpa” riconoscendo gli errori commessi, i controlli mai avvenuti e le azioni mai fatte.

Alberto Sava

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli