domenica, Aprile 14, 2024

“No allo Sprar, meglio tardi che mai!”

Il coordinamento Lega Cerveteri Militanza Leghista plaude a FdI LiberaMente e nel contempo stigmatizza i tempi per la discesa in campo di tutta l’opposizione di centrodestra e…

 

Il coordinamento ‘Lega Cerveteri Militanza Leghista’ plaude a ‘Fratelli d’Italia LiberaMente Cerveteri’ per la recentissima posizione di contrasto assunta nei confronti dello Sprar. Nel contempo gli attivisti di Militanza Leghista stigmatizzano il ritardo politico di Fdi e del centrodestra locale nello sposare questa battaglia della prima ora della Lega Cerveteri contro la scelta dell’Amministrazione Pascucci di aderire allo Sprar. Di seguito in ordine, vi riproponiamo la nota di Fratelli d’Italia Liberamente Cerveteri ed a seguire il commento alla posizione di FdI del Coordinamento Lega Cerveteri Militanza: “A Cerveteri il Sindaco fa flop anche sull’adesione allo Sprar, ” Liberi di ricominciare a Cerveteri“. Dopo due proroghe per la voglia di accogliere il più alto numero di migranti nel nostro territorio, è arrivata la terza proroga questa volta per carenza di appartamenti dove accogliere i 38 migranti. Si è quindi scelto di accoglierne solo 14, gli altri 24 migranti non saranno “liberi di ricominciare a Cerveteri”. Ci permettiamo di dare un piccolo consiglio al sindaco Pascucci: prima di aderire a un progetto come lo Sprar bisognerebbe accertarsi della reale disponibilità di alloggi dove accoglierli. Intanto aspettiamo la prossima proroga”. Di seguito la nota di commento firmato dal Coordinamento Lega Cerveteri Militanza leghista: “Siamo lieti che anche Fratelli d’Italia di Cerveteri prendano una seria posizione su questo progetto Sprar”…liberi di ricominciare a Cerveteri..” Una cosa è certa a questo punto: probabilmente a dicembre 2017, quando la Lega Cerveteri, scese in piazza contro l’approvazione di questo progetto Sprar, FdI avesse dato il giusto supporto e ci avesse creduto come ora, tutelando gli interessi della cittadinanza, forse, visto chi è l’attuale Ministro degli Interni, si sarebbe potuto chiedere immediatamente il ritiro di quella delibera, che ricordiamo essere una delibera di Giunta. Ora dire che Pascucci ha fallito perché diminuisce l’accoglienza, ci sembra banale e senza logica, quale sarebbe il fallimento di questo progetto? Il progetto è in piedi e sarà attivato grazie anche a questo modo superficiale di fare politica, le battaglie serie contro questo genere di accoglienza, che serve solo a creare “scambi tra politica e cooperative” andavano fatte in consiglio comunale in tempi non sospetti, quando ancora nessuno poteva immaginare il grande risultato di Salvini ed il suo ruolo attuale. Noi che ci abbiamo sempre creduto ne abbiamo fatto una battaglia cercando di arrivare con l’informazione a tutta la cittadinanza e ci saremmo aspettati che tutto il centro destra fosse vicino alla Lega nel portare avanti la richiesta di ritiro della delibera e si facesse portavoce all’interno del Consiglio Comunale. Stranamente la prima mozione e forse “posizione” del centro destra in consiglio comunale viene fatta e presa pochi giorni fa, quindi in pratica dopo che il progetto Sprar (accoglienza migranti) è attivo, tempistica eccezionale! La domanda sorge spontanea: cos’è una corsa a riempire le caselle vuote della Lega? Peccato per tutti noi cittadini di Cerveteri, a cui di tutti questi giri di parole e finte prese di posizioni ritardate e quindi poco credibili, non servono a nulla”.

 

Alberto Sava

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli