Free Porn
xbporn
martedì, Luglio 16, 2024

Controlli nel Lazio, sul litorale romano e nelle periferie della Capitale

Controlli nella Lazio, sul litorale e in periferia a Roma

Blitz e indagini di Polizia e Carabinieri a raffica, impegnati in numerose attività di contrasto all’illegalità: cinque arresti e sei denunce in poche ore

Caporalato: presi un sindacalista e un ispettore del lavoro

 

Scoperta un’organizzazione criminale dedita allo sfruttamento del lavoro ed al caporalato ai danni di centinaia di stranieri impiegati in lavori agricoli in “condizioni disumane”. La misura cautelare, eseguita dai poliziotti della Squadra Mobile e del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, ha raggiunto, tra gli altri, un sindacalista ed un ispettore del lavoro operanti nella provincia di Latina. I carabinieri hanno eseguito una poderosa attività di prevenzione e repressione di ogni episodio di illegalità diffusa lungo il litorale romano e nelle zone di competenza dei militari della Compagnia Casilina, quali Tor Tre Teste, Alessandrina, Cinecittà e Appia. Ad esito finale dei controlli sono finite in manette 5 persone e altre 6 sono state denunciate a piede libero. I militari hanno arrestato un 34enne e una 41enne, entrambi romani, già noti alle forze dell’ordine, trovati, durante un controllo in viale Palmiro Togliatti, in possesso di due panetti di hashish, del peso complessivo di 200 g. Un 64enne, originario di Catanzaro, con precedenti, è stato arrestato perché trovato in possesso di alcune dosi di hashish in tasca. I Carabinieri hanno poi perquisito la sua abitazione, in via delle Canapiglie, rinvenendo altra sostanza stupefacente, tra marijuana e cocaina, oltre a materiale per il confezionamento in dosi e bilancini di precisione. Arrestata anche una nomade 35enne, domiciliata presso l’insediamento di via Candoni, in esecuzione di sottoposizione alla misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa in data 12 gennaio, dal Tribunale di Roma per ricettazione, resistenza a Pubblico Ufficiale e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. Sempre in esecuzione di un’ordinanza di sottoposizione alla misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Roma il 12 gennaio, è stato arrestato un 34enne romano, per reati inerenti gli stupefacenti. I carabinieri hanno poi denunciato a piede libero: un 23enne romano trovato in possesso di 9 g di hashish; un 43enne, originario di Siena ma senza fissa dimora nella Capitale, trovato in possesso di un paio di dosi di cocaina; un 48enne romano trovato in possesso di alcune dosi di cocaina e hashish; un 47enne e un 41enne, cittadini romani, per evasione dal regime degli arresti domiciliari; un 18enne romano che nascondeva denaro contante e dosi di hashish e marijuana, sotto la sella del suo motoveicolo. Nel corso delle attività, i i militari hanno anche identificato 6 giovani assuntori di sostanze stupefacenti, che saranno segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli