martedì, Febbraio 27, 2024

Rifiuti, discussione in aula a Palazzo Valentini

Federico Ascani: ”Discuteremo pubblicamente sulle scelte che si vogliono prendere per gestire, adesso e nei prossimi anni, questa importante questione”

di Alberto Sava

Rifiuti, Le Città delle Metropoli: mercoledì 30 gennaio a Palazzo Valentini. E’ questo l’appuntamento fissato in Città Metropolitana per la discussione per uscire dal tunnel dei rifiuti di Roma in cerca di collocazione. Senza sottacere che la questione rifiuti ha visto un rimpallo di responsabilità tra Pisana a Campidoglio, è forse giunto il momento di iniziare ad affrontare concretamente La questione rifiuti romani nelle ultime settimane è stata al centro di una fortissima offensiva, bipartisan, dei Sindaci del litorale-lago contro il sindaco di Roma Virginia Raggi dopo che era circolata la voce di una mappa per lo smaltimento, redatta dal Campidoglio, in cui figuravano siti del litorale nord. Offensiva culminata, qualche giorno fa, con l’incontro a Civitavecchia tra il primo cittadino di Cerveteri e il ministro dell’Ambiente Costa, in visita nella città portuale. Durante l’incontro Pascucci ha consegnato al ministro Costa una lettera-appello contro l’ipotesi di smaltire i rifiuti romani in questo territorio. Di seguito la nota di Federico Ascani, capogruppo del centrosinistra in Città Metropolitana. “Ieri la conferenza dei capigruppo in Città Metropolitana, orfana dei 5 stelle che prima la convocano e poi non si presentano, ha stabilito la data per la discussione in aula della questione rifiuti. In questo modo è stata calendarizzata la nostra richiesta di discutere pubblicamente e nella sede opportuna quali scelte si vogliono fare per gestire, adesso e nei prossimi anni, questa problematica. Finora la Città Metropolitana si era limitata ad inviare alla Regione Lazio tabella e mappe contenenti le aree potenzialmente idonee a ospitare discariche o TMB. Tutto questo senza passare attraverso una discussione in aula, peraltro richiesta da tempo dal nostro gruppo, attraverso verbali di commissione e ordini del giorno. Ci auguriamo che i Sindaci ed i cittadini interessati possano partecipare alla riunione del Consiglio, così da verificare direttamente le posizioni politiche e le scelte che e scaturiranno. Noi ribadiremo la nostra posizione. La Città Metropolitana, Roma compresa, deve essere divisa in ambiti ottimali, ed all’interno di essi i Comuni ed i Municipi sceglieranno le soluzioni idonee. Chi in questi anni ha raggiunto livelli di eccellenza nella raccolta porta a porta non avrà bisogno certo di grandi impianti nel trattare il residuo. Viceversa chi in questi anni si è baloccato dietro progetti futuristici, dovrà spiegarlo anzitutto ai propri cittadini, senza scaricare palla e rifiuti nei territori vicini”.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli