mercoledì, Maggio 22, 2024

Arti Digitali, torna a Roma il Live Performers Meeting

Torna a Roma la preview di LPM 2019 – Live Performers Meeting, uno degli incontri internazionali più di rilievo per le arti digitali, con un programma ricco di artisti, professionisti e appassionati di Audio Visual Performing Arts. Dal 19 al 20 Aprile tra gli ambienti dello storico palazzo di Trastevere ora WeGil, importanti artisti della scena contemporanea italiana decostruiranno la più classica concezione di museo rafforzando una delle discipline che meglio rappresenta l’epoca che stiamo vivendo: la performance audio video. Fabio Sestili, FLxER, Giulio Maresca, Ipologica, Liz, Outpostlive, Pentesilea, VJIT saranno i protagonisti di questa anteprima di LPM 2019, in vista della sua XX edizione che si terrà i primi dal 2 al 5 maggio al Mattatoio. Con l’attenzione rivolta al progresso, alcuni artisti sono chiamati a interpretare la propria visione del rapporto uomo-macchina, che con le Audio Visual Performing Arts si rafforza, diventa predominante. Come la macchina è prodotto dell’uomo, così è l’arte: ma può l’uomo servirsi della macchina per creare arte? L’idea progettuale che vuole fornire una risposta, consiste nella realizzazione di due eventi che mirano ad esplorare il contesto artistico contemporaneo: il WeGil ospiterà due giorni di Audio Visual Digital Art con una duplice tipologia di contenuti: Screenings e Live Performance Audio Video. L’ingresso agli eventi programmati nell’ambito della manifestazione sarà gratuito. L’iniziativa è promossa dal collettivo che organizza LPM – Live Performers Meeting che darà alla luce, pochi giorni dopo l’iniziativa al WeGil, la ventesima edizione del meeting internazionale atto a promuovere lo scambio, il dialogo e il confronto nel mondo delle arti performative digitali. La rassegna sarà caratterizzata da spazi di incontro, conferenze, dibattiti, performance, workshop formativi, showcase di progetti e prodotti d’avanguardia. Il festival ospita in ogni sua edizione oltre 400 artisti da più di 40 nazioni differenti e offre ai visitatori oltre 200 iniziative tra live audio video, video mapping, installazioni audio video interattive, vj-dj set, lecture e laboratori per bambini. L’evento è stato selezionato attraverso un avviso pubblico dalla Regione Lazio ed è organizzato da Flyer e Ipologica, in comunicazione con LPM Live Performers Meeting, Live Cinema Festival, Fotonica Festival, FLxER, AVnode con il supporto di LAZIOcrea.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli