Ambiente, rimosse tre tonnellate dei rifiuti sull’Everest

rifiuti everest
La vetta più alta del mondo, l’Everest, si è trasformata negli anni in una montagna di rifiuti ma un team di 14 volontari è impegnato in queste settimane in un’operazione di pulizia che ha già ‘alleggerito’ il monte di ben 3 tonnellate di immondizia e punta a raccoglierne altre sette entro 45 giorni. Oltre ai rifiuti (lattine, bottiglie, plastica, attrezzature da alpinismo e perfino escrementi umani), sono stati localizzati anche i corpi di quattro scalatori. E se il cambiamento climatico continuerà a sciogliere i ghiacci del monte è probabile che ne seguiranno molti altri: dal 1922 infatti, oltre 200 alpinisti sono morti mentre cercavano di raggiungere la vetta a 8.848 metri.
Iniziata il 14 aprile scorso, la campagna per ripulire l’Everest è sponsorizzata dalle autorità del Nepal e dovrebbe costare un totale di 23 milioni di rupie (poco più di 185 mila euro). Oltre 4.000 persone hanno scalato finora l’Everest con un record di 807 alpinisti che hanno raggiunto la vetta l’anno scorso.