domenica, Maggio 19, 2024

Disarticolato il Clan Fragalà, aveva ‘contaminato’ il Litorale romano

E’ di 31 arresti il bilancio dell’operazione dei carabinieri del Ros, coordinati dalla Dda di Roma, contro il clan Fragala’. Tra gli arrestati, Francesco D’Agati considerato anziano boss mafioso di Cosa Nostra che, secondo gli inquirenti, avrebbe avuto un ruolo di mediatore per mantenere la “pax” tra gruppi criminali presenti sul quel territorio.
Per chi indaga il gruppo dei Fragala’ avrebbe stipulato un patto “federativo” con i Casalesi, i Fasciani e Senese. Le indagini, durate due anni, sono state corroborate anche da riscontri di un collaboratore di giustizia e hanno consentito di ricostruire l’organigramma del clan. Secondo le indagini ai vertici dell’organizzazione c’erano Alessandro Fragala’, di 61 anni, il nipote Salvatore di 41 anni, e Santo D’Agata 61 anni, che sarebbero stati in costante contatto con gli ambienti mafiosi catanesi sia per la gestione dei traffici illeciti sia per reclutare manodopera criminale per lo svolgimento dell’attivita’ delittuosa nel Lazio.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli