Torino, 38 provvedimenti Daspo per i leader delle tifoserie ultras della Juventus

Il Questore di Torino ha irrogato 38 provvedimenti Daspo nei confronti degli esponenti di rilievo delle tifoserie ultras della squadra Juventus F.C., coinvolti a vario titolo nell’operazione “Last Banner”, condotta dalla Polizia di Stato. Per la prima volta sono stati emessi provvedimenti con durata decennale. La Juventus è considerata parte lesa. Sei tifosi sono finiti in carcere: Dino Mocciola, leader dei Drughi, Salvatore Cava, Domenico Scarano, Umberto Toia, leader di Tradizione, Luca Pavarino, Sergio Genre. Arresti domiciliari per Fabio Trinchero, Giuseppe Franzo, Christina Fasoli, Roberto Drago, obbligo di dimora per Massimo Toia e Massimo Corrado Vitale. Pesantissime le accuse nei confronti degli arrestati: associazione a delinquere, estorsione aggravata, autoriciclaggio e violenza privata. Gli indagati complessivamente sono una quarantina.