Milano, in occasione del 50° anniversario della strage di piazza Fontana ci sarà un catena umana in ricordo delle 17 vittime

Tra poco più di un mese (il 12 dicembre) sarà passato mezzo secolo. Dopo quella tragedia l’Italia non fu più la stessa. A 50 anni dalla strage di piazza Fontana, in cui morirono 17 persone per l’esplosione di una bomba nella Banca Nazionale dell’agricoltura, l’antifascismo milanese, la sinistra, i collettivi e movimenti hanno organizzato un calendario di iniziative che parte da novembre e si concluderà il 16 dicembre, per riflettere sulla “strage di Stato” dicendo no alle celebrazioni rituali e per ricordare la figura di Giuseppe Pinelli, ferroviere anarchico che morì la notte tra il 15 e il 16 dicembre in seguito alla caduta da una finestra della questura di Milano. Il 12 dicembre, anniversario dello scoppio della bomba, si terrà il corteo promosso da Milano Antifascista, antirazzista, meticcia e solidale. Il 14 dicembre una catena umana e musicale animerà le strade della città, tra piazza Fontana e via Fatebenefratelli, vicino alla sede della Questura, per ricordare Pinelli. ” Non dimentichiamo le stragi, non dimentichiamo le responsabilità e non dimentichiamo Pino Pinelli”, ha detto la figlia Claudia Pinelli.