martedì, Aprile 23, 2024

Brasile, l’ex presidente Lula torna in libertà dopo 19 mesi di carcere

Luiz Inacio Lula da Silva è libero. L’ex presidente brasiliano è uscito dal carcere dopo 19 mesi di reclusione per una condanna per corruzione. “Non vi ho mai dimenticati. Siete la democrazia”, ha detto Lula alla folla che lo ha accolto tra scoppi di petardi e applausi, appena uscito dal penitenziario di Curitiba, nel sud del Brasile. Lula ha definito il presidente Jair Bolsonaro un “elitario” e ha accusato le autorità di “criminalizzare la sinistra”. I legali di Lula ne avevano chiesto la scarcerazione immediata dopo la decisione con cui i giudici della Corte Suprema hanno stabilito che la pena può essere scontata dal condannato solo una volta che siano state esaurite tutte le possibilità di ricorso in appello. La decisione della Corte Suprema, tanto attesa, è arrivata con il voto favorevole di sei giudici su 11 e potrebbe portare alla scarcerazione di più di 4.800 detenuti, anche se non in modo automatico.
Lula è stato condannato a 8 anni e dieci mesi di carcere. La decisione della Corte Suprema potrebbe avere conseguenze anche per le persone condannate nel quadro dell’inchiesta ‘Lava Jato’, la ‘mani pulite brasiliana’. Commentando la decisione arrivata dal Brasile, il presidente eletto dell’Argentina, il peronista Alberto Fernández – per il quale Lula è “ingiustamente detenuto” – ha twittato: “E’ lo stesso che rivendichiamo in Argentina da anni”. “Lula torna in libertà. Un grande presidente che ha combattuto contro la povertà e per il riscatto del popolo brasiliano”, ha scritto su twitter Paolo Gentiloni.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli