test
giovedì, Giugno 20, 2024

7° appuntamento del Festival danza corrispondenze 2019

7° appuntamento del Festival danza corrispondenze 2019

Il 23 Novembre Megakles e Egribianco Danza

 

Dal 5 Ottobre all’8 Dicembre torna a Ladispoli, presso lo Spazio Performativo AGORA’, CORRISPONDENZE FestivalNazionale di Compagnie Italiane di Danza Contemporanea(XI Edizione).Nove gli appuntamenti previsti con spettacoli proposti da dieci note compagnie Italiane: MANDALA, ATACAMA, FRANCESCA SELVA, ARB, RESEXTENSA, ART GARAGE, MEGAKLES, EGRI BIANCO, MOVIMENTO IN ACTOR, E.MOTION.Per conoscere al meglio gli autori ed il loro lavoro, ed affrontare con più consapevolezza la visione degli spettacoli, si terranno workshop di danza contemporaneatenuti dai coreografi e Tavole Rotondecon i protagonisti dell’evento alla fine di ogni spettacolo. Il Festival è organizzato dallo Spazio Performativo Agoràdi Mandala Dance Company, in collaborazione con Profession Dance, con il patrocinio del Comune di Ladispoli Assessorato alla Cultura e AICS – Roma.

 

7° APPUNTAMENTO Festival

Danza CORRISPONDENZE XI ED

 

Sabato 23 Novembre ore 21.00:

OMAGGIO A LEONARDO DA VINCI” – Progetto Le Memorie della Terra_Rete Korto/Circuito 2019

 

MEGAKLES [Sicilia]
Fisiognomica
coreografie di Laura Odierna e Salvatore Romania
danzatori: Salvatore Romania, Valeria Ferrante, Claudia Bertuccelli, Francesco Bax
musiche: Chopin

“L’acqua che tocchi de’ fiumi è l’ultima di quella che andò e la prima di quella che viene. Così il tempo presente.” Leonardo da Vinci

In “Fisiognomica” i coreografi concentrano la propria creatività e ricerca sulla passione di Leonardo per lo studio dei moti dell’animo umano. Leonardo da Vinci è considerato il fondatore della fisiognomica moderna. Nelle sue opere, l’espressione dei volti, i gesti e le posizioni del corpo sono la conseguenza visibile dei moti dell’animo. Un ritratto diventa una porta da aprire verso il profondo e colori e pennellate un codice di comprensione del nostro io, un messaggio sulla tela tutto da interpretare. L’artista penetra nella realtà svelandone i segreti, donando al nostro sguardo il tempo necessario per raggiungere il profondo. Qui la danza diviene una relazione dinamica e processuale, che oscilla sempre tra il visibile e l’invisibile. Attraverso una sintesi tra abilità tecnica e capacità d’introspezione il coreografo mira a rendere visibili e percepibili virtù, debolezze, vanità e seduzioni. Mille volti, e ancora mille stati d’animo diversi, una successione di istanti dissimili in ogni viso. Se la nostra vita è fatta di sensazioni, d’inquietudini, di passioni, di volontà che variano con il variare del mondo, ogni io è una moltitudine, una serie di esseri diversi. Una danza che è una rappresentazione della percezione che il coreografo ha dell’uomo, della propria cultura e la propria storia, portandola alla luce in modo straordinariamente evocativo.

 

EGRI BIANCO DANZA [Piemonte]
Leonardo Da Vinci: Anatomie Spirituali
coreografie di Raphael Bianco
assistente alla coreografia: Elena Rolla
danzatori: compagnia Egri Bianco Danza
sound concept: Diego Mingolla

Per il progetto Memorie della Terra della Rete Korto Circuito EgriBiancoDanza propone in forma ridotta (25 minuti) “Leonardo da Vinci : Anatomie spirituali” dedicato al genio di Leonardo da Vinci nel 500° della morte. Un omaggio al grande inventore, scienziato, scrittore, umanista a tutto tondo. Un lavoro coreografico e coreologico dove il corpo sollecitato è sezionato fra staticità e movimento diventa storia di sé e altro da sé senza una reale e concreta narrazione. Il nostro corpo nella sua carnalità e sangue è diretto da una mente ed è vivificato da un cuore. Ma se riflettiamo più in profondità, quale è il nostro rapporto con le zone del nostro corpo? Quali vorremmo nascondere? Quali amiamo? Quali affrontano il mondo e quali vengono al mondo nascoste? Quali zone di forza e prepotenza e quali di fragilità nei rapporti interpersonali? Un’ indagine sul corpo dei danzatori, in un vero processo di vivisezione, Un percorso coreografico dalle prospettive esoteriche, un rituale misterioso da cui emergono verità talvolta, surreali, ludiche, comiche, poetiche e sconvolgenti. Un processo creativo, che si snoda fra multimedialità, suoni della natura (dimensione cara a Leonardo) ed echi di musica rinascimentale e che trae principalmente ispirazione dai disegni anatomici di Leonardo, che non sono solo esercizio di stile ma indagine profonda sulla vita ed il suo progressivo estinguersi. Memorie della Terra è la prima tappa di un processo di coesione e avvicinamento fra i soci a temi che appartengono alla storia e alla cultura dell’uomo e in alcuni casi specificatamente alla cultura italiana. La memoria che la terra conserva e restituisce è portatrice di stimoli e ispirazione che trovano radici nelle gesta e negli accadimenti che più hanno marcato la nostra storia e dalla terra o sulla terra sono partiti.

>>>WORKSHOP<<<

Sabato 23 Novembre– h 15 con Raphael Bianco<<<
Domenica 24 Novembre – h 11 con Salvatore Romania<<<

INFO E PRENOTAZIONI:
spazioagora@professiondance.it– 06 9912500 – 347 5938218 – Biglietteria: Intero € 10 – Ridotto € 8 – Under 14/Over 65 € 5 – Scuole di danza € 5

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli