test
venerdì, Luglio 12, 2024

Commissariato a Ladispoli, l’opposizione etrusca bacchetta l’amministrazione del sindaco Pascucci

Commissariato a Ladispoli, l’opposizione etrusca

bacchetta l’amministrazione del sindaco Pascucci

Il consigliere Ramazzotti aveva presentato una mozione per l’istituzione di un presidio a Valcanneto. Critiche anche dai consiglieri Salvatore Orsomando e Aldo De Angelis

 

La notizia dell’arrivo di un commissariato di Polizia nella città balneare di Ladispoli riempie sicuramente di gioia i tanti cittadini del territorio che da tempo chiedono una presenza più massiccia di Forze dell’ordine così da avere maggiore protezione. Negli anni sono infatti diversi i furti, soprattutto nelle zone rurali, avvenuti ai danni dei residenti, che hanno addirittura portato non solo all’istituzione del controllo del vicinato come ad esempio a Marina di Cerveteri, ma a veri e propri sopralluoghi, o meglio “passeggiate” serali da parte dei cittadini, per tenere la situazione sotto controllo. Ma se la politica ladispolana gioisce per l’arrivo del Commissariato, a Cerveteri c’è chi punta il dito contro l’amministrazione comunale, per non essere riuscita a tanto. «I giornali riportano che il ministero degli Interni ha decretato un posto di Polizia a Ladispoli. Io – ricorda il consigliere Lamberto Ramazzotti – presentai in consiglio comunale circa tre anni fa una mozione dove chiedevo al ministro (approvata da tutti) un posto di Polizia a Valcanneto. Quella mozione – si chiede ora il consigliere alla luce della notizia – fu inviata? Fu eseguita? Chiese chi governa incontri al ministero degli interni? Da quanto riportato oggi dalla stampa sembra di no». Critiche arrivano anche dai consiglieri Salvatore Orsomando e Aldo De Angelis che puntano il dito contro tutti quegli atti approvati dall’attuale amministrazione e secondo loro di dubbia validità, come ad esempio «un centro commerciale con annessa zona artigianale», o la presa in carico del lungomare dei Navigatori Etruschi «di proprietà privata dove spenderebbe soldi pubblici nonostante la stessa, con molte probabilità, rientrerebbe negli oneri di urbanizzazione della società privata» o la realizzazione delle strisce blu nel centro città «da circa due anni senza installare i parchimetri facendo impazzire i turisti che cercano disperati dove pagare la sosta». Opere che i due consiglieri paragonano, in negativo, a quanto invece fatto dall’amministrazione Grando: «Tenenza dei carabinieri con annessa palazzina per alloggi dei militari, palazzetto dello sport con 500 posti a sedere di circa 2mila metri, più palestra annessa per la scherma, rifacimento manto stradale già per metà eseguito e opere da iniziare» … fino ad arrivare, a oggi, all’arrivo del Commissariato.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli