Free Porn
xbporn
domenica, Luglio 21, 2024

Marina di Cerveteri: chiuso il lungomare

Coronavirus: in vigore misure e controlli preventivi per evitare assembramenti lungo gli arenili

Marina di Cerveteri: chiuso il lungomare

Permesso passeggiare e fare attività motoria, ma non in gruppo. La Polizia Locale fa rientrare a casa un gruppo di ragazzi a spasso sulla spiaggia

 

“È fondamentale evitare ogni forma di assembramento. Troppi, soprattutto i ragazzi, pensano ancora che questo sia un periodo di vacanza.” “L’altro giorno abbiamo dovuto far intervenire la Polizia Locale per far rientrare in casa i tanti giovani che senza scuola e con la bella giornata hanno scelto di andare al mare.” “Siccome stiamo attraversando un periodo davvero difficile e non stiamo giocando, ma stiamo lavorando per garantire la sicurezza di tutti, ho dato disposizione di chiudere il lungomare per evitare assembramenti. In linea con la strategia della prevenzione, alcuni sindaci hanno chiuso e parchi e messo limiti di frequentazione delle spiagge per evitare raduni di più persone. Ed ora entriamo nello specifico del servizio (tratto da Baraonda) che pone alcune domande ed offre le relative risposte.

Il nuovo decreto firmato dal premier Conte ha abolito anche la possibilità di fare una passeggiata?

“No, le regole per l’attività motoria e sportiva all’aperto restano quelle già fissate con il precedente decreto: sono consentite ma non in gruppo e a distanza di sicurezza di almeno un metro. E tuttavia l’invito ai cittadini resta quello di uscire da casa soltanto se strettamente necessario. Dunque, la passeggiata sarebbe meglio evitarla, non fosse altro – spiegano Viminale e polizia di Stato – perché se tutti i cittadini escono di casa per passeggiare all’aperto, strade, parchi e giardini sarebbero pieni”.

Tra le uscite da casa consentite non si parla mai dei bambini. Si può portarli fuori?

“L’invito è quello di evitare ma naturalmente far prendere un po’ d’aria a distanza di sicurezza in un giardino ai bambini rientra tra le attività all’aperto e non può dunque essere sanzionato”.

Per fare la spesa o per portare fuori il cane per le sue necessità si può andare in compagnia di un amico o di un familiare?

“Uscire per ritrovarsi con un amico non è ritenuta una giustificazione valida per lo spostamento e soprattutto significa un contatto ravvicinato con un’altra persona, ma anche per la spesa o per portare a spasso il cane la raccomandazione è di andare uno per volta. Si sono già verificati casi in cui familiari sono state fermati in due a passeggiare o al supermercato e uno dei due è stato invitato a tornare a casa”.

Quindi se vado a correre al parco non posso essere multato?

“È cosi, lo ha ribadito l’ultima circolare firmata dal capo di gabinetto del Viminale, Matteo Piantedosi. Tra gli spostamenti consentiti c’è quello per svolgere attività motoria e sportiva all’aperto, rispettando la distanza interpersonale di un metro. In ogni caso è necessario portare con sé l’autocertificazione che serve sempre per giustificare qualsiasi spostamento, sia a piedi che con un mezzo”.

Dove posso andare a fare attività motoria? Solo al parco?

“Non c’è nessuna indicazione in tal senso. Nei decreti e nelle circolari esplicative non si parla di luoghi deputati. Parchi e giardini nelle città ma anche spiagge o prati possono essere teatri di attività motorie all’aperto anche se bisogna sempre considerare che lunghi spostamenti dalla propria abitazione per raggiungere questi luoghi difficilmente sono giustificabili. Per altro, proprio per evitare che con le belle giornate questi luoghi possano diventare meta di centinaia di persone diverse amministrazioni comunali hanno deciso di chiuderli”.

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli