asyabahisgo1.com www.dumanbetyenigiris.com pinbahisgo1.com sekabet-giris2.com www.olabahisgo.com www.maltcasino-giris.com www.faffbet.net betforward1.org www.1xbet-farsi3.com www.betforward.mobi www.1xbet-adres.com 1xbet4iran.com romabet1.com www.yasbet2.net 1xirani.com romabet.top
mercoledì, Maggio 29, 2024

Cultura, si è spento a 92 anni il disegnatore francese Albert Uderzo, il creatore di Asterix

Il disegnatore Albert Uderzo, ‘padre’ di Asterix insieme a René Goscinny scomparso nel 1977, è morto all’età di 92 anni: lo ha reso noto la sua famiglia. Uderzo è deceduto nel sonno nella sua abitazione di Neuilly a causa di un infarto non legato al coronavirus. “Era stato molto stanco da diverse settimane”, ha detto il suo genero, Bernard de Choisy. Nacque a Fismes, nella Marna, da Silvio Leonardo Uderzo e Iria Crestini, emigranti italiani (lui della provincia di Vicenza, lei toscana[1]) che si erano trasferiti in Francia con i due figli maggiori qualche tempo prima. Due anni dopo la famiglia si sposta a Clichy-sous-Bois (Senna-Saint-Denis) e nel 1934 Albert ottiene la cittadinanza francese; nel 1938 si trasferiscono stabilmente a Parigi. La vocazione per il disegno di Albert Uderzo si manifesta sin dall’infanzia. All’età di sette anni è un attento lettore di fumetti e inizia a disegnare proprie storie anche se presto scopre di essere daltonico. Questo deficit visivo lo ostacolerà nel dipingere, ma non nel disegnare. Quando ha tredici anni, viene assunto dalla Société Parisienne d’Édition in qualità di letterista, ritoccatore di fotografie, correttore di bozze, grafico, ecc. Uderzo è quasi completamente autodidatta e impara presto ad essere eclettico. Dal 1941 al 1943, evita il servizio militare trasferendosi in Bretagna con il fratello Bruno. Fugge e torna a vivere con i suoi genitori, con i quali vive nella clandestinità fino alla liberazione di Parigi il 25 agosto 1944. In quel tempo Albert Uderzo progetta un cortometraggio d’animazione e poi crea il suo primo fumetto: Flamberge Gentilhomme Gascon (storia di moschettieri, su sceneggiatura di Em-Ré-Vil). Nel 1945 inventa Clopinard, un vecchio soldato con una sola gamba che diceva di dover la sua lunga vita al fatto di aver mangiato grandi quantità di polvere da sparo. Scopre i cortometraggi e i film di Walt Disney ma, assunto come aiuto-disegnatore per uno studio di cartoni animati, comprende ben presto che il lavoro in catena di montaggio non fa per lui. Nel 1946 crea Arys Buck, Prince Rollin e Belloy per la nuova rivista OK. Arys Buck è un bellissimo e fortissimo principe per il quale Uderzo aveva già ideato un piccolo e brutto alter ego, provvisto di un gran nasone e un elmo alato (vedi nascita di Asterix). Nel 1948 trascorre il servizio militare ad Innsbruck in Austria, e al suo ritorno conosce il signor Dansler del Syndicat des Dessinateurs pour Journaux d’Enfants che gli consiglia di tentare la fortuna con i quotidiani. Accetta un lavoro come reporter-disegnatore per France-Dimanche e in seguito viene assunto da France Soir nel 1950. Nel 1959 crea Asterix che lo consacrerà come disegnatore geniale in tutto il mondo.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli