test
sabato, Giugno 15, 2024

“Pec del Comune in panne e non per colpa degli hacker”

Trani: “L’amministrazione Grando sembrerebbe non aver rinnovato l’abbonamento al gestore di pec tornando così al provider abbandonato”

 

“L’attacco di un hacker ha mandato in tilt tutte le pec del comune di Ladispoli” . Questa avrebbe potuto essere la sola spiegazione plausibile per giustificare quanto accaduto nei giorni scorsi. Ma la realtà, a quanto pare, qui da noi supera la fantasia. Infatti, provando ad entrare nella casella di posta elettronica certificata del Comune, così come altri consiglieri, ho scoperto che mi era impedito l’accesso. Mi è subito tornato alla mente quanto già successo un paio di anni fa, con l’allora assessore Falasca che, all’improvviso, scelse di cambiare il provider di posta certificata dandone scarso e insufficiente preavviso ai dipendenti, che persero molto materiale comunale, e ai consiglieri (ne parlammo pubblicamente al tempo). Beh è successo di nuovo. L’amministrazione Grando sembrerebbe non aver rinnovato l’abbonamento e, per ovviare al problema, è tornata al gestore di pec precedentemente abbandonato. Dentro questa situazione rocambolesca però, ai consiglieri – e con tutta probabilità ai dipendenti – oltre al mal di testa, non resta un bel niente. Infatti, il passaggio da un provider all’altro è stato fatto in tutta fretta e senza darne comunicazione, mandando così perduti due anni di comunicazione certificata inviata e ricevuta (comprensiva di atti amministrativi, allegati, richieste ecc). Due anni fa tanto l’ex assessore quanto il sindaco attaccarono il nostro movimento civico con una certa ferocia, tacciandoci di incompetenza in ambito informatico, sostenendo che il provider scelto dalla giunta precedente era inadeguato e difendendo la scelta di cambiarlo (con soldi pubblici) per migliorare il servizio. Oggi, però, la giunta Grando rivisita un vecchio proverbio e “lascia la strada nuova per la vecchia” senza alcun chiarimento e senza preavviso. Lo fa, soprattutto, lasciando eclissare – per la seconda volta – l’archivio della posta certificata degli amministratori locali. In un momento tanto complesso e delicato c’era davvero bisogno di aggiungere altro caos al dramma che tutti stiamo affrontando?

Eugenio Trani

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli