lunedì, Aprile 15, 2024

Usa, nella seconda notte di scontri a Minneapolis dopo la morte di un afroamericano, è stato ucciso un saccheggiatore

Nella seconda notte di proteste, scontri e saccheggi a Minneapolis seguiti alla morte del nero George Floyd per soffocamento mentre veniva bloccato a terra da un agente di polizia, un presunto saccheggiatore è stato ucciso a colpi d’arma davanti a un banco dei pegni dal proprietario del negozio, secondo quanto riferiscono diversi media americani, fra cui il New York Post. Un episodio sul quale sta indagando la polizia del Minnesota.
Sui social e sui media circolano immagini di diversi episodi di saccheggio e incendio di negozi e supermercati. In uno di questi si vede una donna anziana in sedia a rotelle che cerca di fermare i saccheggiatori e viene investita dal getto di un estintore. La protesta si è estesa in serata anche nella lontana Los Angeles e a Memphis. Nella metropoli californiana diverse centinaia di persone, richiamandosi al movimento ‘Black Lives Matter’, hanno bloccato il cavalcavia della superstrada 101, ingaggiando scontri con la polizia.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli