mercoledì, Maggio 22, 2024

La mareggiata causa ingenti danni anche a Campo di Mare. Le regole della Stagione 2020

Scomparsa la spiaggia al six. L’associazione Campo di Mare invasa dalle onde. Da Ezio alla Torretta travolte tutte le attrezzature di spiaggia

La mareggiata causa ingenti

danni anche a Campo di Mare

 

Attrezzature travolte dalle onde del mare. Spiaggia letteralmente scomparsa. La mareggiata dell’altra notte ha causato ingenti danni anche alle strutture di Campo di Mare. L’associazione nautica, invasa dalle onde, è stata costretta a rinviare l’inaugurazione della stagione in programma per oggi. Danni anche al Six dove il mare è arrivato fin sotto la struttura del bar/ristorante, inondando la spiaggia. Situazione che purtroppo si verifica a ogni forte mareggiata. Danni anche da Ezio alla Torretta dove il mare ha travolto tutte le attrezzature della spiaggia travolgendo anche la torretta di salvataggio faticosamente recuperata in mare. Un inizio stagione decisamente problematico che, abbinato alle disposizioni relative al contrasto del coronavirus, sta mettendo a dura prova il lavoro dei balneari pronti a ripulire gli arenili e ripristinare le attrezzature non appena le condizioni meteo marine lo permetteranno.

 

“Sono a rischio più di quindici

posti di lavoro. Qualcuno ci aiuti”

Pesanti i problemi che la furia della natura ha arrecato allo storico stabilimento Six Beach House, a Campo di Mare. Nel corso degli anni, la spiaggia, è stata divorata dall’erosione come spiega il titolare dell’attività: “Non abbiamo più spazio”. “Dopo la mareggiata non siamo ancora riusciti a posizionare gli ombrelloni, non abbiamo più spazio, inoltre l’attività serale è ferma”. “Sono a rischio più di 15 posti di lavoro, considerando che in piena stagione lo offriamo ad una media di 20 o 30 persone”. Una situazione decisamente precaria, quella dello storico stabilimento di Marina di Cerveteri, che ha visto diminuire, nel corso di una decina di anni, il numero di ombrelloni – “Da 148 a soli 60”- . Il titolare alla luce dei fatti, chiede un aiuto concreto: “Voglio ricordare che siamo l’unico stabilimento a Campo di Mare ad insistere sul demanio, pagando il giusto canone concessorio”. “Confidiamo nell’attività dell’amministrazione che sta lavorando nella giusta strada per la riqualificazione del territorio, ma noi siamo convinti che servirebbe anche il posizionamento di barriere, di qualsiasi tipo”. “Perché anche se arrestrassimo gli stabilimenti, fra 10 anni ci troveremmo nella stessa situazione”. Non è la prima (e nemmeno l’ultima) volta che la spiaggia di Campo di Mare, come tutto il litorale, sia colpita così fortemente dalle mareggiate.Purtroppo infatti, quasi sempre il mare riesce ad arrivare fin sotto la struttura del bar/ristorante, inondando la spiaggia. Le forti mareggiate del mese di Novembre hanno contribuito a peggiorare una situazione già di per sé drammatica, portando la Regione Lazio a decretare lo Stato di Calamità Naturale. Proprio per questo motivo sono stati stanziati dalla regione Lazio, oltre 2 milioni di euro per l’attuazione di interventi di ripascimento costruttivo delle coste laziali.

 

 

 

Campo di Mare – Assembramenti vietati sull’arenile, sulla battigia

o in acqua. Mantenere il distanziamento di un metro in tutte le attività

Stagione balneare 2020: istruzioni per l’uso

 

La stagione balneare si è ufficialmente aperta lo scorso 29 maggio e dall’amministrazione comunale di Cerveteri arrivano le istruzioni per l’uso sui comportamenti da tenere in spiaggia. Ecco come ci si deve comportare: No assembramenti sull’arenile, sulla battigia o in acqua; Rispettare le indicazioni degli steward di spiaggia; Mantenere il distanziamento di un metro in tutte le attività; Garantire il distanziamento di un metro dei bambini in tutte le circostanze; Ombrelloni distanziati di almeno 4 metri; mentre lettini, sdraio e asciugamani devono essere distanti almeno 1,5 metri; Vietato campeggiare sull’arenile; Consentito l’accesso in spiaggia e in mare H24 (dal 6 giugno anche nella spiaggia “scoglietti” nord Fosso Zambra); Salvamento garantito esclusivamente negli stabilimenti e nella spiaggia centrale (3) dalle 9 alle 19; Kitesurf consentito nelle ore diurne solo nella zona tra “quadrifoglio” e foce del fosso Zambra; Pesca sportiva consentita esclusivamente dalle 19 alle 9 del giorno successivo; Non svolgere attività ludico-sportive di gruppo (esempio Beach volley o beach soccer); Mantenere il distanziamento di un metro negli sport consentiti in spiaggia (racchettoni) o in acqua (surf); Non lasciare guanti, mascherine, mozziconi, rifiuti di ogni genere sull’uarenile o in mare; Vietato condurre in spiaggia dalle 9 alle 19 (esclusi unità cinofile e cani guida).

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli