mercoledì, Maggio 22, 2024

De Angelis-Orsomando: “Altro che Meloni e Salvini, è quello di Pascucci un vile silenzio”

 

Nuovo duro attacco al Sindaco della coppia all’opposizione in Consiglio comunale

Dai consiglieri d’opposizione Aldo De Angelis e Salvatore Orsomando riceviamo e pubblichiamo – “Il Sindaco di Cerveteri, nonché coordinatore di ICC, Alessio Pascucci è proprio senza vergogna e pensando soltanto alla sua visibilità politica nazionale attacca importanti esponenti di centrodestra dicendo “Da Salvini e Meloni vile silenzio su attacchi fascisti alle forze dell’ordine. Ora chi pagherà i danni?”.  L’ennesima pessima figura di un Sindaco pieno di se. Bene Sindaco, anzi male, e nell’attesa, vista la mancata risposta di Matteo Salvini e Giorgia Meloni che forse non si degneranno di scendere ai suoi livelli, rompa lei il silenzio rispondendo o facendoci rispondere dai suoi Dirigenti su importanti tematiche riguardanti il territorio dove è stato eletto. Tematiche per le quali abbiamo fatto, da svariato tempo se non mesi, regolare accesso atti e che, nonostante un nostro sacrosanto diritto, hanno ricevuto come risposta soltanto un vile “silenzio” tanto da costringerci a fare circostanziata denuncia alle competenti  autorità per cercare di ottenere le dovute risposte e, malgrado ciò, stiamo ancora aspettando. Egregio Sindaco, siamo Noi che dovremmo essere indignati dal suo comportamento. Se non ha nulla da nascondere, ci fornisca le specifiche risposte alle tante nostre richieste e ci faccia avere i documenti già regolarmente richiesti. Non è forse “vile silenzio” non dare copia della Polizza Fideiussoria a garanzia degli obblighi convenzionali previsti con il presunto atto di convenzione del 1991 (tra Soc. Ostilia e Comune di Cerveteri) oppure fornire risposta e relativa documentazione del  presunto debito Ostilia per circa 9.000.000,00 di euro che è presente in un atto peritale ma che in Amministrazione dicono verbalmente di non avere notizia? Vogliamo parlare del “vile silenzio” su tutti gli atti, regolarmente richiesti e mai consegnati agli scriventi, adducendo le scuse più “strambe”, inerenti la riqualificazione della Cantina Sociale di Cerveteri? Non è forse “vile silenzio” non informare i cittadini dei suoi presunti rapporti (in compagnia di qualche consigliere di maggioranza) con Ostilia e delle svariate lettere inviate per la richiesta di cessione urgente aree di urbanizzazione prospicienti il mare (quelle di Ostilia) ai Curatori fallimentari del “Gruppo Bonifaci”? Come non si può parlare del suo “vile silenzio” quando Lei e il Dirigente preposto non fornite il richiesto atto di recesso della ASV, la partecipata che insieme alla Camassambiente gestisce il servizio dei rifiuti oppure quando Lei, malgrado su alcuni media si è vantato di avere tutto in regola, non ha ancora dato copia della comunicazione inviata alla Questura competente e al Corpo di Polizia Locale e della ricevuta autorizzazione, inerenti la Cerimonia commemorativa del 25 Aprile 2020? Ma che fa, tace anche quando le richiediamo le autorizzazioni date al dipendente pubblico per l’esibizione musicale del 25 Aprile 2020 attraverso la finestra della sala giunta comunale? E andiamo oltre, perché ce ne è ancora. Ad esempio dobbiamo ricevere le dovute comunicazioni inviate al Tribunale inerenti alcuni abusi edilizi eppure tutto “tace”. Ci scusi ma non è classificabile come “vile silenzio” il suo non informare i cittadini di un dettagliato quanto importante controllo della Corte dei Conti che sta mettendo in discussione alcune scelte di questa Amministrazione? Ma forse Lei non è a conoscenza che un profondo silenzio è avvenuto anche qualche settimana orsono quando, a fronte di alcune sentenze che hanno visto soccombere la Multiservizi per 3.000.000,00 di euro (tre milioni) e quindi con una evidente responsabilità del Comune quale socio unico di maggioranza, ci è stato detto che nessuno era a conoscenza, nessuno sapeva e addirittura che le stesse non riguardavano l’ente, malgrado l’avvenuta notifica informativa. Non per ultimo, ma per concludere, risponda urgentemente e chiarisca sulla situazione degli operatori ecologici che per questioni imprescindibili sarebbero venuti a contatto con i contaminati da Covid 19 e chiarisca immediatamente a tutta la città la situazione. Ci fermiamo qui perché quello che Lei addebita ad altri come “vile silenzio” fa largamente parte, oramai da tempo, del suo modo di agire e di quello di codesta Amministrazione”.

 

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli