test
sabato, Giugno 15, 2024

Coronavirus e discoteche, parla il viceministro Sileri: “Etichettare i giovani come possibili untori è sbagliato e fuorviante. Loro hanno fatto dei sacrifici come tutti quindi io credo che sia giusto che si divertano ma devono capire che devono farlo con responsabilità”

Per quanto riguarda la questione discoteche, “etichettare i giovani come possibili untori è sbagliato e fuorviante. Loro hanno fatto dei sacrifici come tutti quindi io credo che sia giusto che si divertano ma devono capire che devono farlo con responsabilità”. Lo scrive il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, sulla sua pagina Facebook, invitando tutti a scaricare la app Immuni per avvalersi, con responsabilità, del diritto a riprendere il proprio stile di vita. “Immaginiamo la situazione in cui si scopra un caso in un locale: il gestore sarà obbligato a chiudere per la difficoltà a rintracciare tutte le persone presenti oltre al fatto che sarà estremamente difficile risalire ai partecipanti in tempi rapidi affinché non si creino focolai satellite”, ipotizza Sileri. “In questo senso l’app Immuni non è ‘una’ tutela ma ‘LA’ tutela che permette ai giovani, alle loro famiglie e ai gestori di locali di continuare le loro attività all’insegna della prevenzione. Ripeto il mio invito a scaricarla a prescindere dall’età perché la ripresa del nostro stile di vita è un diritto ma è un dovere farlo con responsabilità”.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli