test
sabato, Giugno 15, 2024

Roma, è morto il bambino di sei anni che era stato colpito da un proiettile partito dalla pistola del nonno

E’ morto il bimbo di 6 anni ferito alla testa da un colpo di pistola esploso accidentalmente dal nonno 76enne ieri mattina a Roma in un’abitazione di Conca d’Oro a Roma. Secondo quanto si apprende, il bimbo sarebbe andato a casa del nonno con il papa’ e, quando quest’ultimo era in bagno, sarebbe stato colpito alla nuca dal colpo di pistola partito accidentalmente dall’arma del nonno. L’uomo, secondo quanto raccontato a chi indaga, stava riponendo la pistola proprio per non farla prendere al nipotino, quando e’ partito il colpo. Il minore è stato trasportato in codice rosso in ospedale. Nonostante le cure oggi purtroppo il bambino non ce l’ha fatta. Gli investigatori hanno interrogato il 76enne, al quale sono state sequestrate non solo la Glock 9×21 che ha ucciso il nipotino, ma anche altre due pistole per le quali l’ex cancelliere ha un regolare permesso di detenzione per uso sportivo. Ascoltato anche il genitore del piccolo, che ieri mattina alle 10.30 si trovava nell’appartamento del padre in via Val Sillaro, nella zona di Conca d’Oro. L’uomo, che con la moglie e altre due figlie più piccole abita a Palombara Sabina, si era recato con il figlio maggiore a casa del nonno. Ora per quest’ultima l’accusa si è trasformata in omicidio colposo.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli