test
martedì, Giugno 18, 2024

Milano, il primo bollettino sulle condizioni di salute di Silvio Berlusconi. Parla il professor Zangrillo: “Il paziente non è intubato e respira autonomamente. Il quadro è rassicurante, sono ottimista per le prossime ore”

“La situazione clinica è tranquilla e confortante”. Sono le parole del professor Alberto Zangrillo, direttore di Terapia intensiva dell’Irccs ospedale San Raffaele di Milano, che fa il punto sulle condizioni di Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia, positivo al Covid, è ricoverato nell’ospedale. “Il paziente non è intubato e respira autonomamente. Il quadro è rassicurante, sono ottimista per le prossime ore” chiarisce. “Sono qui per aggiornarvi sulla situazione clinica del presidente Silvio Berlusconi, lo faccio in modo chiaro e breve per togliere ogni tipo di dubbio in narrazioni che ci hanno abituato a disinformazione e a qualcosa che è poco attinente alla realtà”, esordisce Zangrillo. “La storia inizia il 2 settembre, quando il presidente Berlusconi viene sottoposto ad un tampone naso-faringeo, era un rilievo programmato perché aveva soggiornato in luoghi endemici per quanto riguarda il problema che stava trattando da qualche mese. Abbiamo rilevato positività in un soggetto che ho definito asintomatico. Nella giornata di ieri ho ritenuto di fare una visita come ogni medico fa ai suoi pazienti e nell’ambito di questa visita ho rilevato gli indici di un blando coinvolgimento polmonare, per cui ho ritenuto opportuno un approfondimento diagnostico eseguito attorno alla mezzanotte all’Istituo San Raffaele. I risultati hanno consigliato il ricovero ospedaliero per un soggetto divenuto un paziente che può essere considerato a rischio per età e per patologie a tutti note”.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli