test
giovedì, Giugno 20, 2024

Emilio Mellone (Civitas Levante): “Caro Ciogli, giusto per chiarezza…”

  

Riceviamo e pubblichiamo – Chi vi scrive è Emilio Mellone che letta la risposta dell’ex sindaco, risponde con dovizia  di particolari, ma questo egregio ex sindaco Ciogli che non mi conosce, la cosa mi dispiace, perché sono abituato ad affrontare le cose secondo l’ordine ed il susseguirsi degli eventi, comunque per rammentare: Era sindaco quando ero il vice comandante della Guardia Nazionale Ambientale a Cerveteri. L’ex sindaco Ciogli gioca con le parole e con i relativi effetti, mi deve spiegare plausibilmente  la differenza tra “licenziare” ed azzerare la giunta con la scusa della ridefinizione della sua maggioranza …comunque a parte la ridefinizione della giunta, ho estrapolato un articolo del 3 Novembre 2010 che recitava così; (notare che dall’8 giugno, giorno della sostituzione di Pascucci e della Lucarini,  il rimpasto sarebbe avvenuto  solo a novembre  cioè 5 mesi dopo) CERVETERI – Cambia ancora la giunta comunale di Cerveteri. Il Sindaco Ciogli ha infatti dato vita all’ennesimo rimpasto nel tentativo di trovare una nuova sintesi tra le forze della maggioranza per quanto lui stesso ammetta che il confronto interno ai partiti della sua coalizione è ancora aperto. “Una Giunta che opera a favore della cittadinanza e che rappresenta, sia pure ancora in via parziale, la sintesi dei partiti che compongono la maggioranza che governa Cerveteri” infatti il suo commento. Il nuovo esecutivo risulta ora composta dagli assessori Francesca Cennerilli, Maurizio Falconi, Concetta Galluso, Domenico Grassetti, Caterina Intragna che ricopre l’incarico di vice sindaco, Roberta Sammarco e Giuseppe Zito. Quattro le news entry: Maurizio Falconi, dipendente della Asl Rm F e consigliere comunale nella passata consiliatura; Domenico Grassetti, imprenditore agricolo, già assessore nella passata consiliatura; Giuseppe Zito, ex assessore alla Cultura sempre nella giunta Ciogli, così come Francesca Cennerilli. “In attesa dell’assegnazione specifica delle deleghe e del completamento dell’esecutivo, a cui mancano gli esponenti della lista civica Gino Ciogli – prosegue il primo cittadino – assicuriamo che i problemi di Cerveteri vengono affrontati e seguiti con attenzione ed impegno da una squadra che opera quotidianamente ripartendosi i compiti sulla base delle indicazioni del sindaco, delle competenze di ognuno e delle necessità che si presentano. È una Giunta – ha concluso Ciogli – che si propone di amministrare per Cerveteri ed i suoi cittadini, nonostante le difficoltà dovute alla congiuntura nazionale ed internazionale”. Poi un ulteriore rimpasto il 7 Aprile 2011, Nuovi cambiamenti nella macchina amministrativa da parte del sindaco Gino Ciogli. Nella giornata di ieri il primo cittadino di Cerveteri ha provveduto a conferire due nuove deleghe a Maria Lucia Angelini e Paola Calce. “Maria Lucia Angelini – dice Ciogli – è il nuovo assessore a Personale, Finanza, Bilancio e Tributi, Patrimonio, Autoparco comunale, mentre Paola Calce ha assunto la delega allo sport. Sono due incarichi estremamente importanti che abbiamo affidato a tecnici di provato valore ed esperienza che recheranno un contributo importante al lavoro dell’amministrazione comunale. L’assessore Angelini aveva già dato prova di competenza quando era componente del Consiglio di amministrazione della Multiservizi Caerite, sarà un elemento prezioso in un settore vitale come quello del bilancio e del personale. Paola Calce ha già svolto un ottimo lavoro nella riqualificazione dei cimiteri comunali. Cogliamo l’occasione per ringraziare l’assessore uscente al bilancio Giuseppe Zito che ha collaborato con grande impegno con la Giunta comunale. A nome di tutta l’amministrazione un augurio di buon lavoro all’assessore Angelini ed al delegato Calce”. Volevo far osservare che fino all’8 giugno 2010 tutto scorreva liscio, poi con le due interrogazioni dei consiglieri Orsomando e Attili, sia sull’operato del Pascucci che della Lucarini, il giro di vite con la loro immediata sostituzione ed i rimpasti si sono susseguiti dopo cinque mesi, anche perchè mi era rimasto impresso lo scempio sulla torre del castello , a nulla e valso l’avvisare tempestivamente l’assessore comunale Francesca Romana Cennerilli delegata ai Beni Culturali del nostro Sito Unesco. La Torre del Castello medioevale sta per essere deturpata sotto gli occhi del funzionario della Soprintendenza Sandro Dello Russo (zio della Cennerilli) e del presidente della Proloco di Cerveteri Arcangelo Dello Russo. Al fine di fermare questo ennesimo deleterio attacco ai preziosi Beni storici della Città di Cerveteri, ci aspettavamo uno scatto di orgoglio da parte del sindaco Gino Ciogli che è anche Assessore all’Urbanistica, ma non è successo”. Certo di aver fatto chiarezza sulla mia lettera precedente, porgo

Emilio Mellone

Socialis e Civitas Levante

Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli