Crisi di governo, la situazione si complica. Matteo Renzi si lamenta: “Non accettano le mediazioni”

Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
Sono in corso i lavori della seconda giornata del tavolo programmatico di iniziativa del presidente della Camera Roberto Fico sulla base del mandato esplorativo da lui ricevuto dal presidente della Repubblica. Il tavolo andrà avanti un paio di ore in più del previsto, fino alle 15. Nella giornata di ieri i lavori si erano protratti fino alle 21. Ancora molti i nodi da sciogliere, tra i quali il Mes e il reddito di citadinanza. Oggi si parte dalla giustizia. Iv dice no al lodo-Orlando. Il Pd fa sapere che su ambiente e scuola c’è una ‘significativa convergenza’. In serata il presidente della Camera riferirà al capo dello Stato sulla fattibilità di un Conte ter. Mattarella chiede continuità per i ministeri cui fanno capo crisi sanitaria e Recovery. ‘La maggioranza Ursula in Italia non esiste’, afferma Tajani. Per Salvini è ora di ridare la parola agli italiani.
Tema Giustizia, compresa la riforma della prescrizione, al centro della prima sessione di lavoro del tavolo per il programma convocato da Roberto Fico in vista della formazione di un nuovo governo. Per questa ragione, l’assetto iniziale dei partecipanti al tavolo è stato integrato con degli esperti. Si tratta, in particolare, di Andrea Orlando per il Partito democratico, Pietro Grasso per Leu, Vittorio Ferraresi per il MoVimento 5 stelle e Julia Unterberger per le minoranze linguistiche.