test
mercoledì, Giugno 19, 2024

Reddito di cittadinanza: Ladispoli pronta ma manca Cerveteri

Il Comune di Ladispoli accelera sul reddito di cittadinanza e sui servizi in cui impiegare i percettori. Dopo l’approvazione della delibera di Giunta, con la quale sono state individuate le aree di intervento, nelle settimane scorse sono già partiti i colloqui da parte delle assistenti sociali con i percettori del reddito di cittadinanza. In totale a Ladispoli sono 579 i nuclei familiari interessati, 886 se si conta anche il Comune di Cerveteri, capofila del distretto di pertinenza della città balneare. Ma al momento la realizzazione dei puc ha subito una battuta d’arresto. A mancare sarebbe proprio il Comune capofila, proprio come spiegato ieri in conferenza stampa. «Purtroppo – ha spiegato Luca Quintavalle, delegato ai Progetti di pubblica utilità per i fruitori di sussidi statali – paghiamo dei ritardi non nostri. Speriamo di poter dare vita a breve ai primi puc». A fargli da eco è l’assessore ai servizi sociali, Lucia Cordeschi: «Noi, in quanto Comune di Ladispoli, abbiamo ottemperato alla convenzione che ci colloca con Cerveteri. Abbiamo iniziato le procedure per l’attivazione dei puc e siamo in attesa, speriamo in tempi brevi, di terminare le procedure con il Comune di Cerveteri che dovrà occuparsi di impiegare il denaro e acquistare i presidi necessari». A preoccupare sono proprio i ritardi. «Ai vari incontri dei comitati istituzionali – ha proseguito Cordeschi – sollecitiamo il comune capofila» che ad oggi, come evidenziato sempre dall’Assessore, non ha nemmeno acquistato i pc da dare in dotazione agli assistenti sociali che stanno effettuando i colloqui, tanto che il Comune di Ladispoli ha messo a disposizione le proprie strumentazioni. Situazione che, almeno per Cerveteri, potrebbe risolversi da giugno in poi, quando lo “scettro” di Comune capofila passerà nelle mani di Ladispoli. In quel momento l’iter burocratico potrebbe sbloccarsi così da far scendere sul campo i percettori del reddito di cittadinanza che potranno essere impiegati dalle 8 alle 16 ore settimanali.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli