test
mercoledì, Giugno 19, 2024

Patrick Zaki, Cerveteri aderisce all’appello di Amnesty International

L’indignazione per la prigionia di Patrick Zaki è uniforme e diffusa: i motivi e le modalità con cui il giovane studente dell’Università di Bologna è stato imprigionato, infiammano gli animi della società civile. “Patrick Zaki deve tornare a casa”, scrive il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci. “Per questo, come Comune di Cerveteri abbiamo aderito con convinzione all’appello lanciato da Amnesty International”, aggiunge. Lunedì 8 febbraio, in occasione del primo anniversario del suo arresto, il Palazzo del Granarone verrà illuminato di giallo. Cerveteri “si unisce alle campagne di sensibilizzazione lanciate in tutta Italia a sostegno dello studente egiziano dottorando all’università Alma Mater di Bologna”. Il parallelo tra Zaki e la tragica morte di Giulio Regeni è inevitabile. “Nel dialogo con le altre autorità statali, il nostro Governo nazionale deve sempre tenere in mente che la battaglia per i diritti e per l’uguaglianza non subirà mai battute d’arresto”, conclude Pascucci.
Redazione
Redazione
La nostra linea editoriale è fatta di format innovativi con contenuti che spaziano dalla politica allo sport, dalla medicina allo spettacolo.

Articoli correlati

Ultimi articoli