Gli Usa chiedono a Mosca la liberazione dell’oppositore Alexei Navalny

L'oppositore russo Alexei Navalny
“Ripetiamo il nostro appello ad una liberazione immediata e senza condizioni di Alexei Navalny”: lo ha detto un dirigente americano protetto dall’anonimato, annunciando le sanzioni in risposta all’avvelenamento del leader di opposizione russo. Le sanzioni, che colpiscono in particolare sette responsabili di alto livello, sono state decise “in stretta collaborazione con i nostri partner della Ue” e sono un “chiaro segnale” inviato a Mosca, ha spiegato un dirigente americano protetto dall’anonimato. Dietro l’avvelenamento di Alexei Navalny c’è il governo di Mosca. E’ questa la conclusione a cui sono giunti i servizi di intelligence statunitensi.