Torna la storica pedana dei vigili urbani in piazza Venezia

La storica pedana in piazza Venezia a Roma
Torna la storica pedana dei vigili urbani in piazza Venezia
Torna in funziona la storica pedana dei vigili urbani a piazza Venezia a Roma. Lo annuncia la sindaca Virginia Raggi. “Qualche giorno fa, arrivando in Campidoglio, ho visto di nuovo in funzione la storica pedana dei vigili urbani che si trova in piazza Venezia – scrive su Fb -. Noi romani la conosciamo bene, anche perché compare in una famosa scena di un film con Alberto Sordi. Nel tempo la pedana è diventata un simbolo di Roma. Guardatela in queste immagini, sullo sfondo di una piazza completamente riqualificata e sempre più bella”. “Anvedi Albertone”. E’ questa la frase in romanesco che Fabio Grillo, istruttore di polizia locale, si è sentito rivolgere più spesso da quando dirige il traffico sulla pedana di piazza Venezia. La storica pedana, infatti, è diventata celebre per l’interpretazione Alberto Sordi nei panni di un vigile. Per un anno circa la pedana è stata disattivata anche a causa di alcuni lavori della piazza. Ora che è di nuovo funzionante, Grillo, l’agente che negli ultimi anni a Roma vi ha trascorso più tempo, confessa: “Mi è mancata…” “Ogni volta che salgo sulla pedana, sono tante le persone che mi fanno la battuta su Alberto Sordi e devo dire che mi fa piacere, lui è un pezzo importante di Roma. Poi è un ruolo simbolico, stai al centro della piazza che è un crocevia di romani, turisti, personalità. Le sedi istituzionali sono ad ogni angolo. Vedi tutto”, racconta il vigile. Grillo dal 2004 dirige il traffico in piazza Venezia ed è anche un patito di cinema. Qual’è l’episodio più bello della mia carriera? Alcuni bambini che passavano in piazza Venezia per andare a scuola e mi salutavano. Ora ci passano che sono cresciuti e ancora si ricordano di me – risponde -. Il vigile è una figura amica e rappresentativa di Roma”. Questa mattina il comandante del corpo Ugo Angeloni è andato a salutare gli agenti al lavoro in piazza Venezia e sulla pedana.