I carabinieri hanno scoperto 49 persone agli arresti che percepivano il reddito di cittadinanza

I carabinieri sulla Cassia a Roma
Scoperte dai carabinieri 49 persone che percepivano il reddito di cittadinanza nonostante fossero sottoposte a misure cautelari. Nell’ambito di una specifica attività mirata a verificare il rispetto della normativa sul reddito di cittadinanza che prevede, tra l’altro, che l’erogazione del beneficio venga sospesa qualora i richiedenti o familiari conviventi siano sottoposti ad una misura cautelare personale, i Carabinieri del NIL e del Nucleo Operativo del Gruppo Tutela Lavoro di Roma, in collaborazione con i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, hanno avviato verifiche per 182 persone sottoposte a misura cautelare personale. Tra questi (o familiari conviventi), 49 sono risultati percettori di reddito di cittadinanza. Gli esiti sono stati comunicati agli organi competenti per l’emissione dei relativi provvedimenti di sospensione.