Si è spento a 85 anni Enrico Vaime, genio del teatro e grande autore radio-televisivo. Fabio Fazio: “Perdita gigantesca”

L'autore radiofonico e televisivo Enrico Vaime
E’ morto a Roma all’età di 85 anni Enrico Vaime, autore tra i maggiori del mondo della radio e della televisione. Era ricoverato al Gemelli. Vaime era nato a Perugia il 19 gennaio 1936. Laureato in Giurisprudenza a Napoli, in Rai era entrato nel 1960 dopo un concorso. Per la televisione è stato un autore prolifico, contribuendo a redigere programmi rimasti poi nella storia del piccolo schermo italiano, come Canzonissima, Fantastico, Tante Scuse, Quelli della domenica. Ma la sua penna ha scritto anche commedie musicali come ‘Anche i bancari hanno un’anima’, mentre la sua voce per anni ha accompagnato i radioascoltatori conducendo il programma ”Black out’. Tra gli ultimi libri pubblicati ‘L’Italia che vorremmo’. “Con Enrico ho fatto le più belle risate della mia vita: come mi ha insegnato a ridere lui, nessun altro”. Fabio Fazio ricorda così Enrico Vaime, morto oggi all’età di 85 anni. “Ho iniziato questo lavoro 38 anni fa. Dopo un mese sono stato messo a fare le imitazioni in una trasmissione radiofonica storica, Black Out”, dice Fazio nella puntata di Che tempo che fa. “L’anima di questa trasmissione era Enrico Vaime, uno dei più grandi autori del varietà. Per me è molto complicato. E’ una gigantesca perdita, ho trascorso anni con Enrico. E’ molto complicato per me dire quello che vorrei, è una perdita gigantesca per lo spettacolo. Una lezione di gusto e di eleganza assoluta, da una persona così si impara cosa si può dire e cosa non si può dire, battute strepitose e inventiva assoluta. Con Enrico ho fatto le più belle risate della mia vita: come mi ha insegnato a ridere lui, nessun altro”, aggiunge commosso.