Un’associazione in memoria di Marco Vannini

L’idea di mamma Marina e papà Valerio. Obiettivo: aiutare i giovani a realizzare i loro sogni

Con la famiglia Ciontoli ormai in carcere dopo la conferma della sentenza dell’Appello bis da parte della Cassazione, ora Marco potrà finalmente riposare in pace e i suoi genitori elaborare il lutto. Lo aveva già detto mamma Marina all’uscita dal Palazzaccio dopo il pronunciamento della Suprema Corte. Ora, per la famiglia Vannini è finalmente arrivato il momento di poter riposare anche se “Marco è presente in ogni momento della giornata”, ha detto mamma Marina a Mattino Cinque. “Noi viviamo in funzione di Marco, ogni cosa che facciamo è perché Marco ha voluto questo”. Ma mamma Marina e papà Valerio dopo un periodo di riposo sono pronti a rimboccarsi le maniche. La loro intenzione è quella di aprire un’associazione per Marco. Obiettivo: aiutare i giovani “che hanno dei sogni nel cassetto, come li aveva Marco, a realizzarli. Lo faremo attraverso la sua memoria”.